Marvel: Nick Spencer e Axel Alonso parlano di Secret Empire

Fumetti
Gerardo Americo
Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Tempo di lettura: 3 minuti

Nuove news sull’evento Marvel che arriverà quest’anni negli Stati Uniti, ovvero Secret Empire, evento che suggella un anno e più di trame riguardanti i due Capitan America e, in particolare, le conseguenze del fatto che Steve Rogers, il classico Capitan America, sia sempre stato un agente Hydra sotto copertura, come ci è stato rivelato nel corso della serie. Sappiamo infatti che il Teschio Rosso ha usato un Cubo Cosmico per riscriverne il passato, e ora le conseguenze di quel gesto si manifestano in maniera catastrofica.

Scrive Secret Empire, lo stesso uomo che ha scritto le avventure di Sam Wilson e Steve Rogers dal varo della Nuovissima Marvel: Nick Spencer, protagonista dell’intervista che vi proponiamo qui in traduzione, nei suoi concetti chiave. Assieme a lui, a rispondere alle domande di Entertainment Weekly, l’Editor-In-Chief della Marvel, Axel Alonso.

Spencer -” Questo non è un conflitto di eroi contro eroi, perché Steve Rogers è un criminale a tutti gli effetti. Non abbiamo un contenzioso fra posizioni diverse, tra colleghi che hanno idee divergenti. Steve è l’uomo più rispettato e affidabile del mondo, specialmente in questo momento storico in cui la comunità degli eroi è divisa e frammentata, dopo Civil War II. Invece di appianare le divergenze, il mondo si è messo in mano a Steve e lasciargli gestire le cose. Il che li mette in una situazione esplosiva”.

Alonso –” Si tratta di un momento importante per l’Universo Marvel. L’Hydra prende il potere, i cattivi salgono al comando e gli eroi si domanderanno come diavolo sia potuto succedere, come abbiano potuto permetterlo. Una delle cose che vogliamo che i lettori si chiedano è non solo come faranno a sconfiggere questa minaccia, ma come Cap potrà uscire da questa storia. Come potrà mai redimersi Steve? E noi davvero vogliamo che lo faccia?”

Spencer –” I nostri personaggi più giovani, in particolare i Champions, avranno un ruolo centrale in tutto questo. Sembrano nella posizione perfetta per raccogliere il testimone, in uno dei momenti più bui della comunità degli eroi di generazione precedente. Sono loro che, in teoria, dovrebbero essere nella condizione di non mollare, continuare a combattere”

Alonso –” Questo evento riguarda tutto il nostro universo narrativo e coinvolgerà ogni nostro eroe. Ci sono gli Avengers, Spider-Man, Deadpool, gli X-Men. Ognuno ha un suo ruolo in questa storia e siamo al punto in cui tutti devono tornare a lottare, mettendo da parte del passate divergenze e affrontando una minaccia pesantissima. Questa volta è bianco o nero, senza sfumature di grigio”.

Spencer – “Spencer ha spiegato che Steve Rogers, per tutto questo tempo, è rimasto se stesso e continuerà a farlo, comportandosi come il Capitan America che tutti amiamo e conosciamo. Del resto, è convinto che quel che sta per fare sarà un miglioramento della vita di tutti, nel mondo. Ovviamente si sbaglia, ma è sempre lo stesso uomo coraggioso e la stessa fonte di ispirazione di un tempo”.

Inoltre, lo sceneggiatore loda gli artisti che collaboreranno ai nove numeri della miniserie, dopo aver visto alcune pagine disegnate da tutti loro, in particolare, per il nostro Andrea Sorrentino che, secondo Spencer, sarà uno dei nomi più caldi del parco artisti del mondo dei comics, dopo questo evento.

Spencer parla anche della controversa scelta di far passare Cap dall’altra parte della barriccata:

Spencer – “Ovviamente, abbiamo sempre saputo che trasformare Cap in un agente Hydra era una scelta controversa, che molti si sarebbero risentiti. Devono, dato che si tratta di una cosa terribile. Del resto, testimonia quanto e in che modo la gente provi affetto per questo personaggio: la reazione di una parte del pubblico è la prova più evidente”.

Alonso –” Per dirla in breve, se decidi di far dire a Capitan America la frase “Hail Hydra”, farai meglio ad avere un piano. E noi ne abbiamo uno. Si tratta di una storia enorme, con rivelazioni incredibili e un terzo atto e un finale che vi lasceranno a bocca aperta”.

Non ci resta che attendere per saperne di più su questa storia.

Altri articoli in Fumetti

Ghost-Spider: Seanan McGuire parla di Gwen Stacy

Gioele Paglia19 Settembre 2019

La Marvel ritorna al futuro con i one-shot dell’universo 2099

Gioele Paglia19 Settembre 2019

Frank Miller annuncia Dark Knight Returns: The Golden Child

Gioele Paglia19 Settembre 2019

Panini Comics ristampa le Migliori Storie Mai Raccontate di Spider-Man

Gianfranco Autilia19 Settembre 2019

Marvel rilascia il trailer di Dawn of X, il rilancio che seguirà House of X e Powers of X

Gianfranco Autilia19 Settembre 2019

Iron Man: le prime tavole di “Ultron Agenda” e le dichiarazioni di Dan Slott

Gianfranco Autilia18 Settembre 2019