Marvel Legacy #1, l’eredità della Casa delle Idee: cosa ci serba il futuro delle serie Marvel?

Fumetti
Alessio Meneghini
Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Tempo di lettura: 6 minuti

Mercoledì 27 settembre è uscito in tutte le fumetterie e gli shop online americani Marvel Legacy #1. Questo è l’albo di lancio della nuova iniziativa della casa editrice. Con questo volume vedremo il ritorno di alcuni tra gli eroi preferiti dai lettori, e un rinnovamento degli eroi attualmente in pubblicazione. E’ un vero e proprio punto iniziale ideale per i nuovi lettori, come ormai la casa editrice ci ha abituato periodicamente ad avere.

Gli autori sono la coppia ormai storica Aaron/Ribic, già insieme sul rilancio Marvel Now di Thor. Ma non mancheranno molti altri artisti d’eccezione: Larraz, McNiven, Dauterman, Acuña, Deodato, Cheung, Immonen, Maleev e Samnee. Questo fumetto è un vero omaggio alle storie classiche della Marvel con l’intento di riportare gli eroi alla grandezza di un tempo senza però cancellare tutte le innovazioni introdotte nei tempi più recenti.

Marvel Legacy #1

Cos’è Marvel Legacy #1?

Marvel: Legacy #1 è soprattutto una gigantesca rassegna del futuro delle serie Marvel. Non è un prologo, perché un prologo è una storia che pone le basi per quel che sta per arrivare mentre qui ci sono sei storie che si intersecano, tutte brevi o brevissime, senza contare i flash di tante altre che le pagine ci lasciano intravvedere.

Gli Avengers Preistorici

Il numero si apre con la vicenda degli ormai famosissimi Avengers Preistorici. Odino con Mjolnir che flirta con Fenice. In seguito il resto degli Avengers si unisce a loro: Agamotto, Pantera Nera, Starbrand, Iron Fist e Ghost Rider, il quale per la tristezza di molti e per il sollievo di altri, ha perso il suo destriero Mammut. Quest’ultimo pronuncia un’enigmatica frase legata alla futura serie “Spirits of Vengeance“. Successivamente vediamo l’apparizione del primo nemico per la squadra: un Celestiale.

Marvel Legacy #1: gli Avengers Preistorici

Ghost Rider Vs Starbrand

Poi vediamo Starbrand e Ghost Rider del presente che si scontrano in Sudafrica, uno consapevole e l’altro no del perché e della connessione tra le loro esistenze e gli eventi accaduti nella preistoria. A causa dei colpi che si infliggono a vicenda finiscono nei pressi di un sito archeologico. Con lo scorrere delle pagine vediamo anche un dialogo fra Doctor Strange e Daniel Rand (Iron Fist) e fanno riferimento ad un sogno ricorrente che coinvolge degli uomini delle caverne. Lo scontro prosegue e Ghost Rider sembra causare inconsapevolmente la morte dello Starbrand. Nei pressi dello scontro vi è un sito archeologico misterioso. All’interno vengono intravisti degli strani simboli che richiamano gli Avengers Preistorici e all’improvviso appare una mano gigantesca.

 

Captain America, Asgard, Tony Stark, e gli Avengers

Se da una parte vediamo la trinità composta da Sam Wilson (Captain America), Jane Foster (Thor) e Riri Williams (Iron Heart). Dall’altra abbiamo dei piccoli scorci della trinità originale.

Siamo catapultati in una terra desolata che sembra il Texas. Qui incontriamo Steve Rogers in un locale a gustarsi un caffè con lo scudo ben nascosto nello zaino. Al telegiornale veniamo a sapere che dopo gli eventi di Secret Empire, Steve non si è più fatto vedere in pubblico e sembra che stia cercando una via solitaria per cercare di recuperare la fiducia da parte dei suoi concittadini e, soprattutto, sarà alla ricerca della fiducia in se stesso.

Subito dopo veniamo teletrasportati ad Asgardia. Troviamo Odinson che si sta ubriacando come spesso succede in questi tempi da Indegno. Ma veniamo improvvisamente sorpresi da un anziano signore reale asgardiano morente che annuncia l’imminente arrivo un vecchio nemico di Thor: Mangog.

In seguito incontriamo Mary Jane Watson. Insieme a lei veniamo a sapere che il corpo in coma di Tony Stark è scomparso all’improvviso.

Infine, vediamo un piccolo scorcio con protagonisti l’Avengers Mansion, Jarvis e Nadia Pym. Il maggiordomo sente che qualcosa non va, che qualcosa è cambiato. I due guardano il monumento fuori dalla villa: una donna misteriosa è raffigurata insieme ai Vendicatori fondatori ma sembrano non accorgersi di nulla.

Deadpool, i Fantastici Due, Pantera Nera, Hulk e Norman Osborn

In seguito vediamo Deadpool in piena crisi esistenziale. Sta pregando e chiede perdono per tutte le azioni che ha commesso. Nel frattempo dei poliziotti sono al di là della porta e lo vogliono arrestare per l’assassinio dell’agente dello S.H.I.E.L.D. Phil Coulson.

Nella pagine seguenti arriva uno dei momenti più attesi dai fan della Casa delle Idee: Johnny Storm e Ben Grimm si ritrovano e si chiedono se la gente si ricorda ancora e se ha ancora bisogno di loro. Un enorme numero Quattro infuocato risplende nel cielo.

All’improvviso appare il pianeta Bast nel Sistema Stellare di Benhazin. Ci ritrovimo nella città di Birnin T’Challa sede del trono dell’Impero Intergalattico del Wakanda.

In seguito leggiamo una trasmissione intercettata nella Stazione Spaziale di Alpha Flight che riguarda Hulk e Sakaar, pianeta molto caro al nostro eroe.

Nell’ombra intravediamo anche Norman Osborn in cerca disperata di fonti di potere.

Jotunheim e vecchi ritorni

Arriviamo a Jotunheim e scopriamo che c’è un piano che vede Loki tentare di salvare il mondo rubando un oggetto misterioso allo S.H.I.E.L.D., con la collaborazione dei giganti di ghiaccio. Vediamo in scena uno scontro tra i suddetti giganti e qualcosa che somiglia alla trinità dei Vendicatori. Mentre il combattimento si svolge vediamo chiaramente un gigante che riesce a fuggire con la refurtiva. Durante la fuga il gigante viene investito da un camion. L’autista scende dalla vettura e si difende dall’attacco del gigante. Scopriamo che il camionista altri non è che James Logan Howlett: Wolverine originale. Logan uccide il gigante e apre la refurtiva. Questa non è altro che una Gemma dell’Infinito.

La scena prosegue con Gamora che si rende conto che un’altra Gemma dell’Infinito è stata trovata e il suo pensiero va alla guerra che arriverà. Insieme alla figlia di Thanos anche qualcun altro si accorge che la Gemma è stata trovata: Loki, colui che aveva mandato i giganti del ghiaccio a trovare la Gemma. Qui giungiamo al punto in cui più storyline si intersecano: quella di Jotunheim, quella dello S.H.I.E.L.D. e della Trinità Vendicativa, quella di Starbrand e Ghost Rider e quella degli Avengers Preistorici. Infatti, Loki non si rammarica per la perdita della Gemma ma pensa che ci siano altre fonti di potere nell’universo. Scopriamo che anche lui si trova nella grotta del sito archeologico al cospetto del Celestiale.

 

Un Fantastico Duo

 

 

 

L’albo si conclude con due personaggi dispersi nello spazio: Valeria e Franklin Richards, figli di Reed Richards e Sue Storm. I due stanno esplorando universi lontani, sognando una via per casa.

Marvel Legacy #1: Franklin e Valeria Richards

Una Promessa

In Marvel Legacy #1 ci sono tanti momenti di sobbalzo, ci sono un sacco di immagini che ci lasciano con l’acquolina in bocca come non accadeva da un sacco di tempo, ci sono scazzottate ben congegnate, ci sono singoli istanti chiaramente significativi e magnifici disegni. Le vicende che osserviamo con questo numero sono solo un piccolo assaggio di ciò che ci aspetta. Vedremo Steve Rogers nel tentativo di riguadagnare la fiducia di un’intera nazione, Asgard e Thor che si ritroveranno faccia a faccia con il Giorno del Giudizio, la ricerca di Tony Stark, Hulk che rivisiterà il pianeta Sakaar, Deadpool alle prese con il suo vecchio lato oscuro, l’espansione del Wakanda, la ricerca di potere di Norman Osborn, la pericolosa riunificazione delle Gemme dell’Infinito e la Cosa e la Torcia Umana alla ricerca dei loro vecchi amici.

Marvel Legacy #1 è la promessa che la Marvel ci sta facendo. Una promessa seducente il cui giudizio ora non ha alcun tipo di senso. Ma che aumenta drasticamente le nostre aspettative. Questa è la promessa di una Storia. Di una vicenda degna del percorso che ci ha portato dal Marvel Now fino alle Secret Wars. E noi ci auguriamo con tutto il cuore che questa promessa verrà mantenuta.

Marvel Legacy #1

Altri articoli in Fumetti

Panini Comics: debutta a novembre Vecchio Quill di Ethan Sacks!

Gianfranco Autilia21 Luglio 2019

Panini Comics annuncia il volume Il Soldato d’Inverno: Seconde Possiblità!

Gianfranco Autilia21 Luglio 2019

Marvel, X-Men: tutte le novità mutanti annunciate al SDCC 2019!

Gianfranco Autilia21 Luglio 2019

SDCC 2019, ecco tutti i vincitori degli Eisner Awards!

Gianfranco Autilia20 Luglio 2019

Marvel Comics #1000: svelata la presenza di Miracleman!

Gianfranco Autilia20 Luglio 2019

Marvel Comics annuncia tre nuovi one-shot “Future Fight Firsts”

Gianfranco Autilia20 Luglio 2019