Lucca Comics & Games: in arrivo la mostra dedicata a Emil Ferris

Fumetti
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

Tempo di lettura: 2 minuti

Scavalcata l’estate, è un rincorrersi di notizie per Lucca Comics & Games, la più importante fiera italiana nel settore del fumetto e non solo. Non può non fare quindi molto piacere l’annuncio della mostra dedicata a Emil Ferris, presente come ospite durante la fiera, autrice diventata un vero e proprio caso editoriale negli ultimi anni, vincendo il Gran Guinigi proprio durante la scorsa edizione di LC&G.

I lavori dell’autrice statunitense verranno esposti all’interno del Palazzo Ducale, e l’iniziativa vedrà la collaborazione di Bao Publishing, editore per l’Italia dell’opera di debutto della fumettista, La mia cosa preferita sono i Mostri, con la quale Emil ha conquistato il pubblico statunitense e non solo. Sul corposo volume, di circa 400 pagine, l’autrice ha dichiarato:”Chiunque viva nella paura potrebbe diventare tanto un mostro buono quanto uno cattivo. Ci definiamo quando guardiamo in faccia il mostro che è in noi. Quando agiamo per vergogna e odio nei confronti di ciò che è strano, fiero, passionale e nascosto in noi diventiamo mostri cattivi. Quando scegliamo l’umiltà, la cura, il rispetto, l’empatia, perfino la meraviglia e l’amore per la cosa pelosa, con le zanne, cacciata, indesiderata, selvaggia e unica che c’è in noi, facciamo un passo verso la mostruosità buona”.

Leggi anche:  C.B. Cebulski chiarisce la situazione attuale tra John Byrne e la Marvel
lucca mostri

Curiosità: lo slogan di questa edizione della kermesse toscana è “Becoming Human”, creando davvero una interessante mescolanza di termini con la mostra dedicata ai mostri di Emil Ferris.

Emil Ferris è nata a Chicago, dove si è laureata all’Art Institutte of Chicago. Prima del successo come fumettista lavorava come illustratrice e come scultrice di giocattoli. Il suo debutto è avvenuto nel 2017 con il volume My favorite thing is Monsters, edito negli Stati Uniti da Fantagraphics, in grado di valergli il Premio Eisner (paragonabile al Premio Oscar nel mondo del fumetto) come Miglior Scrittore/Artista. Una forte rivalsa dopo una vita decisamente non facile: Emil è infatti rimasta paralizzata dopo aver contratto il West Nile virus diversi anni or sono.

Lucca Comics & Games 2019 si svolgerà dal 30 ottobre al 3 novembre prossimi.

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora letto la graphic novel di Emil Ferris? Clicca qui e acquistala su Amazon
Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami

Altri articoli in Fumetti

Thor: The Worthy – Simonson, DeFalco, Frenz e altri ritornano per un one-shot

Gioele Paglia21 Settembre 2019

Marvel: Nova protagonista di un one-shot Annihilation – Scourge

Gioele Paglia20 Settembre 2019

Marvel: annunciato uno speciale che chiuderà le trame di Star Wars

Gioele Paglia20 Settembre 2019

Le prime pagine di Bill Sienkiewicz per la storia inedita dei Nuovi Mutanti!

Gianfranco Autilia20 Settembre 2019

Ghost-Spider: Seanan McGuire parla di Gwen Stacy

Gioele Paglia19 Settembre 2019

La Marvel ritorna al futuro con i one-shot dell’universo 2099

Gioele Paglia19 Settembre 2019