Frank Miller a lavoro su una graphic novel con protagonista Carrie Kelley

Fumetti
Avatar
Classe 1995, scrittore e aspirante sceneggiatore. La sua passione nasce grazie alle storie che lo hanno accompagnato per tutta la vita tramite film, serie tv, fumetti, libri e videogiochi. Eterno sognatore e con lo sguardo sempre verso il futuro
@https://twitter.com/GiulioPioDima

Classe 1995, scrittore e aspirante sceneggiatore. La sua passione nasce grazie alle storie che lo hanno accompagnato per tutta la vita tramite film, serie tv, fumetti, libri e videogiochi. Eterno sognatore e con lo sguardo sempre verso il futuro

Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva oggi l’annuncio, da parte della DC Comics, di un accordo siglato con Frank Miller (Devil: rinascita, Il Ritorno del Cavaliere Oscuro) per ben cinque progetti e già ci viene fatta chiarezza su uno in particolare: la graphic Novel su Carrie Kelley.

Per chi non sapesse chi sia Carrie Kelley, parliamo della ragazza che indossa la maschera di Robin nelle graphic novel Il ritorno del Cavaliere Oscuro, Batman: il cavaliere oscuro colpisce ancora e Il Cavaliere Oscuro III: la razza supremaMiller farà squadra con John Romita Jr. (The Amazing Spider-man, All Star Batman e Robin ) per la DC’s Black Label.

Riguardo ciò il Co-produttore Dan Didio ha dichiarato al Publishers Weekly:

We’re looking at our business strategy and how the market and our fans have changed.”

We’re developing a new strategy about how we deal with all our characters and we want to get the widest audience possible.”

We want to branch out. We know how to service our core market, the comics shop market.

But we see our numbers in the book market. We sell more graphic novels than periodicals and we want to produce books with a long shelf life.”

“Stiamo cercando la nostra strategia di vendita in base a come è cambiato il mercato e i nostri fan.”

“Stiamo sviluppando una nuova strategia riguardo  come far muovere tutti i nostri personaggi, inoltre vogliamo raccogliere più pubblico possible.”

“Vogliamo ampliarci. sappiamo come servire sul mercato principale, quello dei fumetti,”

“ma vediamo i numeri del mercato dei libri. Vendiamo più graphic novels che periodici e vogliamo produrre libri per molto tempo.”

Anche il Co-produttore Jim Lee ha voluto dire la sua sull’argomento:

We’re becoming a book publisher.”

We’re bringing in new talent with their own audiences to attract readers we haven’t had before.

“Stiamo diventando un editore di libri.”

“Stiamo introducendo nuovi talenti con il proprio pubblico per attirare lettori che non abbiamo avuto prima.”

Questo annuncio e queste dichiarazioni indicano che verrà dato ancor più spazio a iniziative simili a DC Black Label e DC Super Hero Girls. Non ci resta che attendere e vedere dove porterà questa nuova strategia e se sarà vantaggiosa.

Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami

Altri articoli in Fumetti

Spawn #301. Escono le Variants di Alex Ross, J. Scott Campbell e altri ancora

Leonardo Boanelli15 Settembre 2019

Dc Comics chiude la serie dedicata a Deathstroke

Gioele Paglia15 Settembre 2019

Dc Comics: quale futuro per Batman Beyond?

Gioele Paglia15 Settembre 2019

King Thor: il ritorno di Gorr Il Macellatore di Dei

Gioele Paglia15 Settembre 2019

Marvel Comics: Conan e Moon Knight uniti!

Gioele Paglia15 Settembre 2019

Star Wars: la scena mancante tra Rey e Leia

Gioele Paglia14 Settembre 2019