Il dono di Atena, collana LE STORIE, la Recensione – NO SPOILER

Fumetti
Debora Sistahsoldier
Classe 1991. Accanita lettrice e divoratrice di fumetti fin dalla tenera età. Le sue preferenze spaziano dal genere horror (il suo preferito), al thriller fino all'esoterismo e misticismo. Insomma, tutto ciò che è dark è ben accetto. Tra i suoi scrittori preferiti ci sono Alan Moore, Neil Gaiman e Garth Ennis.

Classe 1991. Accanita lettrice e divoratrice di fumetti fin dalla tenera età. Le sue preferenze spaziano dal genere horror (il suo preferito), al thriller fino all'esoterismo e misticismo. Insomma, tutto ciò che è dark è ben accetto. Tra i suoi scrittori preferiti ci sono Alan Moore, Neil Gaiman e Garth Ennis.

Tempo di lettura: 3 minuti

Le Storie è una serie a fumetti pubblicata da Sergio Bonelli Editore a partire da ottobre 2012. Diversamente dalle altre serie dello stesso editore, in questo caso le trame non sono incentrate su un protagonista ricorrente e ogni storia si conclude in un solo albo. Anche i generi sono eterogenei spaziando dal fantasy, alla fantascienza, al western, all’horror e le ambientazioni storiche e geografiche sono le più diverse.

IL DONO DI ATENA

In questo volume intitolato Il dono di Atena, l’esperto narratore Giuseppe De Nardo ha scelto – e abilmente “maneggiato” – come scenografia di questa storia la Guerra del Peloponneso. Sicuramente uno degli eventi più discussi, per portata e conseguenze, tra tutti gli antichi conflitti che hanno animato il Mediterraneo. Nello specifico l’episodio narra della disastrosa spedizione dell’esercito attico in Sicilia, stiamo quindi parlando di tempi remoti (415-413 a.C.). Le notizie di tale scontro sono giunte ai nostri giorni grazie agli scritti di Tucidide.

Tucidide nel suo preziosissimo resoconto espone la violenza e scelleratezza della guerra facendoci percepire come abbia sfiorato vette tragiche che difficilmente possono essere eguagliate anche dalla fantasia più ardita.  Il dono di Atena è quindi inevitabilmente ispirato all’opera di Tucidide.

In quanto madrina della città greca, Atena, la divinità partorita dal corpo stesso di Zeus “dal pensiero complesso”, fu prudente e saggia, ma nel contempo fu la terribile suscitatrice del furore combattivo, la conduttrice di eserciti, colei che trova la sua gioia nel tumulto, nelle guerre e nelle battaglie.

Centro gravitazionale dell’ Attica, fucina immortale di filosofia, arte, matematica, architettura, ingegneria e letteratura, Atene fu sicuramente una città bellicosa, dispotica e crudele, orientata a conquistare con ogni mezzo l’egemonia sull’ intero mondo ellenico.

“Quando la città nella quale sono nato fu fondata, il fato stabilì che sarebbe diventata la più ricca, prospera e potente di tutta la Grecia. Diedero alla città il nome della dea, chiamandola Atene, e ne accettarono la protezione. La loro divenne una città fiorente, potente, abile anche sul campo di battaglia, grazie anche all’intelligenza e al genio tattico dei suoi comandanti”

TRAMA

Siamo nel 415 a.C., gli ateniesi son pronti a partire, son pronti a lasciare la tanto amata patria per sbarcare in Sicilia e sferrare un crudele attacco ai siracusiani, fedeli alleati degli spartani. Il motivo della guerra è ovviamente quello di conquistare e sottrarre territori al più atavico nemico di Atene: Sparta. Ingenti flotte vengono perciò inviate per spezzare un’alleanza che si sta rivelando troppo minacciosa e sconveniente per gli ateniesi che vogliono porre fine al conflitto il prima possibile. Sarà una scelta azzardata? I primi dubbi sorgono quando uno dei comandanti ateniesi, l’astuto Alcibiade, viene accusato di empietà dai suoi stessi concittadini e si sospetta che – sfuggito al processo – sia passato al nemico…

TESTI E DISEGNI

Nonostante la semplicità, se così vogliamo definirla, della narrazione, De Nardo opta per una scelta oculata delle parole che riconducono a quella sensazione di epicità e fervore caratteristici del tempo, applicando qua e là degli “ammodernamenti” che colpiscono maggiormente l’espressività dei dialoghi. Le didascalie completano il racconto e si rivelano particolarmente utili nell’ accompagnare le scene di guerra. La caratterizzazione dei personaggi è essenziale, alcuni di loro sono citati negli scritti di Tucidide, altri sono inventati.

Giuseppe De Nardo ha quindi optato per una narrazione d’effetto creando un connubio vincente con l’espressività delle immagini illustrate da Andrea Riccadonna che qualcuno di voi ricorderà tra gli autori della collana Mytico! realizzata da Edizioni BD nel 2012. Riccadonna si diletta a ritrarre nero su bianco, e con dovizia di particolari, una delle più cupe ed emozionanti pagine della Storia Occidentale. Intensità e accuratezza son le parole chiave che meglio peculiarizzano i disegni.

La copertina invece è stata realizzata da Aldo di Gennaro che con un effetto tridimensionale ha conferito al disegno un aspetto epico, di immobilità nel tempo, scegliendo tinte fredde e contrasti di chiaro-scuro.

Potete trovare Il dono di Atena in edicola al prezzo di 4,00€ nel classico formato bonellide composto da 114 pagine in b/n. Lettura consigliata agli amanti della mitologia e delle “imprese faticose” e a chiunque volesse respirare “aria di grecità” lasciandosi trasportare dal buon impatto visivo creato da Riccadonna.

0.00
7

Trama

7.0/10

Comparto artistico

7.0/10

Scorrevolezza

7.0/10

Originalità

7.0/10

Pros

  • Storia scorrevole in grado di coinvolgere il lettore
  • Impatto visivo molto buono, disegni intensi e accurati
  • Narrazione semplice ma d'effetto
  • Praticità ed economicità del formato

Cons

  • Non adatto a tutti i gusti
Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami

Altri articoli in Fumetti

Ghost-Spider: Seanan McGuire parla di Gwen Stacy

Gioele Paglia19 Settembre 2019

La Marvel ritorna al futuro con i one-shot dell’universo 2099

Gioele Paglia19 Settembre 2019

Frank Miller annuncia Dark Knight Returns: The Golden Child

Gioele Paglia19 Settembre 2019

Panini Comics ristampa le Migliori Storie Mai Raccontate di Spider-Man

Gianfranco Autilia19 Settembre 2019

Marvel rilascia il trailer di Dawn of X, il rilancio che seguirà House of X e Powers of X

Gianfranco Autilia19 Settembre 2019

Iron Man: le prime tavole di “Ultron Agenda” e le dichiarazioni di Dan Slott

Gianfranco Autilia18 Settembre 2019