Corto Maltese denunciato dal Codacons per istigazione al fumo

Fumetti
Claudia Padalino
Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Tempo di lettura: 2 minuti

La battaglia italiana contro il fumo nei vari media italiani esiste ormai da anni. Stavolta tocca al fumetto, nello specifico il personaggio più emblematico della Storia del fumetto italiana, Corto Maltese. Il “figlio” di Hugo Pratt è stato tacciato di istigazione al fumo, soprattutto in seguito alla pubblicazione dell’opera omnia da parte de “La Repubblica”.

corto maltese fumo sigaretta divieto codacons
Purtroppo non è la prima volta che a un fumetto viene consigliato di “smettere di fumare”: già in passato il Codacons si mosse contro Sergio Bonelli per Tex Willer. La denuncia fu perché “istigava a bere e a fumare”, anche in seguito a un balloon pronunciato dallo stesso Tex: «Fumare distende i nervi».

Troviamo spiegato il perché in questo estratto dal comunicato Codacons:

L’emergenza legata al fumo, d’altra parte, è ormai arcinota. Il fumo di sigaretta è, secondo l’Oms, la prima causa di morte evitabile al mondo. Ogni anno in Italia muoiono oltre oltre 70mila persone per questa ragione. Senza contare che a livello ambientale, le sigarette possono considerarsi elementi altamente inquinanti sia per le sostanze immesse nell’ambiente attraverso il fumo sia per i residui che permangono nel filtro.

Per questo motivo quello che ad alcuni può sembrare come un fatto secondario (l’associazione eroe-sigaretta) rappresenta invece un rischio immediato, una “sorta di istigazione a fumare” tacita ma non per questo meno pericolosa. Se il fumo diventa “simbolo di uno status sociale degno di prestigio” passa in secondo piano l’oggettiva pericolosità di questo comportamento.

Attenderemo sviluppi della vicenda, sperando che la “censura” su Corto Maltese non diventi eccessivamente invasiva.

Altri articoli in Fumetti

In The Amazing Spider-Man #850 ritornerà Green Goblin

Gioele Paglia16 Giugno 2020

Marvel Comics annuncia l’arrivo di una nuova serie di Iron Man

Gioele Paglia16 Giugno 2020

DC Comics estende temporaneamente l’accordo con Diamond Comic Distributors

Gioele Paglia15 Giugno 2020

Alexandra Monir scriverà un romanzo su Black Canary

Gioele Paglia9 Giugno 2020

IDW Publishing annuncia ufficialmente le sue nuove strategie di distribuzione

Gioele Paglia8 Giugno 2020

Diamond Comic Distributors commenta ufficialmente l’abbandono della DC Comics

Gioele Paglia8 Giugno 2020