Tutti i Soldi del Mondo: come è finita la questione della differenza di salario per i reshoots tra Michelle Williams e Mark Wahlberg

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Tempo di lettura: 3 minuti

Nel corso di queste ultime settimane si è parlato molto della questione della differenza di salario tra Michelle Williams e Mark Wahlberg per i reshoots che si sono resi necessari per Tutti i Soldi del Mondo, dopo l’avvenuta sostituzione di Kevin Spacey con Christopher Plummer per il ruolo di Jean Paul Getty.

Era stato infatti reso noto che per il salario di Wahlberg egli era riuscito a negoziare la cifra di 1.5 milioni di dollari, mentre la Williams aveva ricevuto un cachet più piccolo. Nessuno dei due attori si aspettava di trovarsi all’attenzione dei media, ma la questione dei diritti delle donne ad Hollywood, portata avanti dal movimento #TimesUp, ha portato attenzione a questi eventi che sarebbero la prova delle differenze messe in pratica ad Hollywood tra uomini e donne.

Mark Wahlberg ha però poi deciso di donare quanto guadagnato per i reshoots in beneficenza ed ora Michelle Williams ha finalmente dichiarato qualcosa circa quello che è successo. Nella dichiarazione lei ha detto:

Oggi non si parla di me. Le mie colleghe attrici si sono schierate al mio fianco e hanno combattuto per me, le mie amiche attiviste mi hanno insegnato ad usare la mia voce, e i più potenti uomini al comando hanno ascoltato e hanno agito. Se veramente concepiamo un mondo egualitario, ci vuole uguale sforzo e sacrificio. Oggi è uno dei più incredibili della mia vita per via di Mark Wahlbert, WME ed una comunità di donne e uomini che hanno condiviso questo traguardo. Anthony Rapp, per tutte le spalle su cui ti trovavi, ora noi ci troviamo sulle tue.” 

Questo fatto ha ricevuto tanta attenzione per diversi comprensibili motivi. Principalmente, è stato un fatto importante dover rigirare una serie di scene che dovevano avere protagonista Kevin Spacey. Dopo le accuse di Anthony Rapp a cui ha fatto rifermento anche la Williams nella sua sopra riportata dichiarazione, il film di Ridley Scott ha optato per sostituire l’attore, facendolo rapidamente, prima del periodo del rilascio dei film natalizi.

Di per sè questo è stato un’impresa, ma poi Ridley Scott ed altra gente coinvolta con la produzione ha discusso di come gli attori più importanti sono ritornati ed hanno rigirato le loro parti praticamente gratis. Perciò quando è uscita la notizia che Mark Wahlberg aveva ricevuto 1.5 milioni di dollari, invece di un poco per giorno, è diventata una grande notizia.

Secondo ABC news, ecco quello che Wahlberg ha detto per spiegare la donazione: “Nel corso degli ultimi giorni il mio compenso per i reshoots per ‘All The Money in the World’ è diventato un argomento importante di conversazione. I supporto al 100% la lotta per stipendi giusti e sto donando 1.5 Milioni le Time’s Up Fondo per la Difesa Legale a nome di Michelle Williams.”

Ora che tutti hanno fatto dichiarazioni pubbliche circa quello che è accaduto, probabilmente possiamo dichiarare concluso tutto il dramma avvenuto attorno a Tutti i Soldi del Mondo, parte del quale riguardava ironicamente i soldi. Il film di Ridley Scott è arrivato nei cinema italiani il 4 Gennaio 2018.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020