The Batman ed il mistero della riscrittura secondo Forbes e Variety

Cinema
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Tempo di lettura: 2 minuti

Nelle ultime ore le riviste americane Forbes e Variety hanno pubblicato due diverse e contrastanti notizie circa la sempre più controversa sceneggiatura del futuro episodio di Batman.

ben-affleck-batman

Andando per ordine cronologico, Forbes ha alzato l’asticella ipotizzando che gli ultimi sviluppi circa la regia del film starebbero portando lo stesso Ben Affleck ad abbandonare il DC Universe a causa delle divergenze creative e imposizioni di produzione. Secondo la rivista la prima stesura della sceneggiatura (che loro ritengono ancora in stato prematuro), grazie ad una soffiata di un membro interno della produzione, prevedeva un film multi-villain. Nella fattispecie Deathstroke/Manganiello sarebbe stato il principale ed avrebbero fatto parte del film altri Bat-nemici tra cui spiccava la presenza del Joker.

jared-leto-joker-ben-affleck-batman-movie

Ulteriore problema sarebbe stato sollevato dallo stesso Jared Leto, il quale dopo le polemiche circa i tagli alla sua performance in Suicide Squad avrebbe addirittura messo in dubbio la voglia dell’attore di partecipare al film di Affleck e solo ultimamente sembra essere più propenso al ritorno nei panni del “pagliaccio” nel film oppure in Gotham City Sirens (la recente diffusione su Instagram di un capo con i colori del Joker sarebbe una mezza dichiarazione di pace).

Differentemente Variety ha negato la veridicità della notizia in quanto a loro avviso la riscrittura di Chris Terrio sarebbe già stata ultimata e avrebbe addirittura il semaforo verde sia di Ben Affleck che del presidente Warner Toby Emmerich. Secondo la rivista il problema dello script sarebbe stato risolto e il passo successivo verso cui sono tutti concentrati riguarda il possibile nuovo regista che vedrebbe in pole position Matt Reeves (regista molto creativo ma solitamente molto accomodante in sede di produzione).

reeves_matt_apes_g_071114-e1405089820669

E’ difficile capire dove stia la verità, l’unico elemento preponderante ormai è l’incertezza e, a meno che non  sia una strategia da parte della Warner, i fan sono sempre meno entusiasti e spiazzati, soprattutto abituati alle maniere Nolaniane il quale in ogni dichiarazione badava solamente al sodo.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020