Suicide Squad 2 – Mel Gibson conferma di essere in trattative come regista del film

Cinema
Avatar
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Tempo di lettura: 2 minuti

Ben cinque mesi prima del rilascio del film, Suicide Squad, ciò nel Marzo del 2016, era già stato annunciato dalla Warner Bros. il sequel del film. Questo perché le aspettative nel film erano alte e la Warner si è rivelata lungimirante dal momento che il film ha incassato ben 745.6 milioni di dollari in tutto il mondo.

suicide-squad1280jpg-7cef13_1280w

Il successo al box office però non è sintomo di apprezzamento dalla critica. Il film, infatti, ha avuto un rating del 19% su Rotten Tomatoes. Questo, però, non ha impedito alla Warner a continuare nella produzione del film. Dal momento che il regista del primo capitolo di Suicide Squad, David Ayer, è impegnato nella realizzazione di Gotham City Sirens, lo spin off che vedrà protagoniste Harley Quinn (Margot Robbie), Poison Ivy e Catwoman, si sta cercando un nuovo regista.

Sembra che il ruolo del regista sarà affidato a Mel Gibson, stando a quanto riportato da The Hollywood Reporter. Infatti, in una sessione di Q&A, uno dei moderatori ha chiesto a Gibson “Siamo vicini a un accordo oppure siamo ancora al primo appuntamento?“, e Mel ha risposto “È una sorta di primo appuntamento“.

suicidesquad-melgibson-1280-1487203338239_1280w

Ne frattempo, la rivista Variety ha riportato che la Warner Bros. sta prendendo in considerazione anche Ruben Fleischer (Benvenuti a Zombieland), Daniel Espinosa (Safe House) e Jonathan Levine (Warm Bodies), ma tra questi, Mel Gibson potrebbe essere il più papabile.

Restate connessi su NerdPlanet.it per altre succulente indiscrezioni su Suicide Squad 2.

 

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020