Star Wars – Rogue One: Il Making Off del governatore Tarkin

Cinema
Roberta Galluzzo
Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Tempo di lettura: 2 minuti

Star Wars – Rogue One ci ha riservato moltissime sorprese, ma una delle più riuscite è l’aver portato in scena alcuni personaggi fondamentali degli Episodi IV-V-IV. Uno di questi è senza dubbio quello del Governatore Tarkin, interpretato all’epoca di Episodio IV dall’attore britannico Peter Cushing.

star wars rogue one

Quello che non tutti sapranno è che Cushing in realtà è morto nel 1994,  ma questo non ha fermato i produttori dello spin-off  Star Wars – Rogue One dal trovare il modo di inserirlo nella storia. D’altra parte la sceneggiatura ambientava la storia in un periodo molto particolare dell’universo di Star Wars in cui era quasi impossibile non inserire il personaggio di Tarkin, così come quello di Darth Vader.

La rappresentazione tramite meccanismo CGI di Tarkin è un momento significativo nella storia del franchising e del cinema in generale per l’avanzamento nella graphic technology.

Di recente il corrispondente della ABC Clayton Sandell ha condiviso su Twitter un video dietro le quinte in cui viene spiegato come è stato possibile realizzare la resurrezione grafica di Peter Cushing.

star wars rogue one

Il video offre un assaggio veloce del processo: all’inizio si sono serviti di un attore raffigurante il personaggio (un attore già sorprendentemente somigliante con Cushing), dopo di che il team degli effetti digitali ha rimosso le caratteristiche identificative dell’attore per sostituirle con il volto di uno dei villain più significativi di Guerre Stellari. In dieci secondi possiamo vedere l’evoluzione di ciò che ha richiesto mesi di lavorazione.

La rappresentazione grafica avanzata ha reso anche possibile l’entrata in scena di un altro personaggio alla fine del film, che qui non riveleremo per chi non ha ancora avuto modo di vederlo.

I progressi nella grafica stanno gradualmente raggiungendo un livello di avanzamento tecnologico tale che questi personaggi iconici potranno rimanere immortali sullo schermo per molto tempo ancora. Questa pratica potrebbe portare a cambiamenti diffusi nel cinema del futuro, come anche il Marvel Cinematic Universe ha dimostrato più volte. E ‘un mondo del tutto nuovo e Star Wars, ancora una volta è in testa.

Potete leggere la nostra recensione di Star Wars – Rogue One direttamente qui. Ricordiamo che la pellicola è ancora attualmente in sala e ne consigliamo, agli appassionati, la visione!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020