Spider-Man: Far From Home – Joe Russo spiega l’impatto di Avengers: Endgame sul film

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU AVENGERS: ENDGAME

Il prossimo 10 luglio verrà distribuito nelle sale cinematografiche italiane Spider-Man: Far From Home, secondo capitolo dedicato all’arrampicamuri interpretato da Tom Holland nonché frutto della collaborazione tra Marvel Studios e Sony Pictures. La pellicola, ancora una volta diretta da Jon Watts (Cop Car, Clown, Spider-Man: Homecoming), rappresenterà l’ultimo film della Fase 3 del Marvel Cinematic Universe e fungerà da epilogo dell’intera Infinity Saga.

In una recente sessione di Q&A, il regista Joe Russo ha spiegato in che modo il finale di Avengers: Endgame influenzerà Spider-Man: Far From Home:
Sì, quei ragazzi che hanno avuto la fortuna di sopravvivere allo schiocco ora sono più grandi di 5 anni rispetto alle persone scomparse. La ragione per cui nel finale Peter abbraccia il suo migliore amico a scuola è rappresentata dal fatto che anche i suoi amici sono stati polverizzati, esattamente come Spider-Man. Ovviamente ci sono ragazzi della sua classe che, al contrario, non sono morti e che frequentano l’Università probabilmente. Ma chi non è sopravvissuto allo schiocco non ha consapevolezza di questi 5 anni. Non sanno cos’è successo. È come se si fossero svegliati dopo un lungo sonno. L’unico a conoscenza di quanto tempo fosse passato è Doctor Strange poiché ha già visto cosa sarebbe successo mentre era su Titano. L’incontro tra Peter e Ned è un momento commovente. Ci sono anche persone che sono andate avanti ma che, all’improvviso, si sono riunite a chi avevano perso. Sì, è un mondo decisamente complicato ora.

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte: HeroicHollywood

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020