Solo: A Star Wars Story dopo mesi arrivano delle informazioni sullo spinoff di Ron Howard

Cinema
Francesco Damiani
Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Tempo di lettura: 2 minuti

In una recente intervista con la Entertainment Weekly, Alden Ehrenreich (Han Solo) ha dichiarto che il giovane Han Solo che vedremo nel film Solo: A Star Wars Story, sarà un film diverso da quello che i fan conoscono della saga.

Ecco cosa ha detto a riguardo l’attore sul film durante l’intervista:

[…] “Penso che narri la storia di un giovane che insegue un sogno per uscire dalla sua rude educazione, e gran parte della storia è attorno a lui che sta cercando di realizzare questo sogno e scoprire che è molto più difficile di quanto avesse immaginato “, ha detto Ehrenreich. “Una delle cose divertenti di questo film, ma anche una delle cose che lo caratterizzano davvero è che si svolge in un vero e proprio mondo sotterraneo dell’universo di Star Wars.”

L’Han che incontriamo in questo film è più di un idealista, ha alcuni sogni nel cassetto, e guardiamo come questo lo influenza mentre quei sogni incontrano nuove realtà, realtà che sono più dure e più impegnative di quanto si aspettasse”, ha detto Ehrenreich.

Al giovane attore, gli e stato poi chiesto quali sarebbero stati i sogni del giovane Han solo, ma Alden ha subito alluso dicendo che potrebbe avere una importanza specifica nella trama, ma che al momento non può rivelare.

[..] “Non posso dire esattamente, ma sicuramente implica l’indipendenza e darsi da fare da soli”, ha detto Ehrenreich. “Penso che i Kasdan abbiano fatto un lavoro meraviglioso di tipo retroattivo con il tipo di background che lo porta a diventare il personaggio che tutti conosciamo.” Nell’intervista, EW ha cercato di convincere Ehrenreich a suggerire che Han potrebbe essere molto vicino a certo vile gangster su Tatooine. Anche se una cosa che conosci in qualche modo dell’universo di Star Wars, è che impari in un modo molto più efficace mentre ci sei dentro, è che vivere in quell’universo è difficile”, ha detto Ehrenreich.


“La maggior parte delle persone, specialmente durante il regno dell’Impero, sono sotto il controllo di una specie di forza o di un’ altra, nessun gioco di parole, avere le risorse e la stabilità per raggiungere i propri obiettivi, fare ciò che si vuole, avere libertà, non è qualcosa che arriva facilmente, quindi il sogno di Han è quello di farlo accadere per se stesso
”.

Finalmente dopo mesi di silenzio, si incomincia a sapere qualcosa di più su questo Spinoff. Ricordiamo che Solo: A Star War Story arriverà nelle sale il 23 maggio.

FONTE:COMICBOOK

Altri articoli in Cinema

La bambina che amava Tom Gordon: in arrivo il film tratto dal romanzo di Stephen King

Stefano Dell'Unto21 Agosto 2019

Spider-Man: Jon Watts non ha ancora firmato per dirigere il prossimo film

Stefano Dell'Unto21 Agosto 2019

Eurovision: Demi Lovato nel cast del film Netflix

Sara Susanna21 Agosto 2019

The King: il poster del film con Timothée Chalamet

Sara Susanna21 Agosto 2019

IT Capitolo Due: in lavorazione la Super Cut che unirà i due film

Stefano Dell'Unto21 Agosto 2019

Spider-Man lascia il MCU: il comunicato ufficiale della Sony

Stefano Dell'Unto21 Agosto 2019