Shang-Chi: Ludi Lin e Donnie Yen sono nella short-list dei Marvel Studios

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Malgrado non sia mai stato annunciato ufficialmente, uno dei film che farà parte della presunta Fase 4 del Marvel Cinematic Universe è lo stand-alone dedicato a Shang-Chi il Maestro di Kung-Fu, uno dei più grandi esperti di arti marziali dell’Universo Marvel fumettistico creato da Steve Englehart e Jim Starlin nel 1973. In seguito alle notizie relative all’inizio delle riprese e alle prime fasi di casting, ecco arrivare alcuni aggiornamenti sul cast del film diretto da Destin Daniel Cretton.

 

Stando ad una fonte vicina al sito That Hashtag Show, l’attore cinese Ludi Lin (Power Rangers, Aquaman, Black Mirror) sarebbe nella short-list dei Marvel Studios per interpretare il protagonista. Oltre a specificare che nelle prossime settimane emergeranno nuovi dettagli inerenti al cast della pellicola, il sito sottolinea la volontà dello studio di incontrare uno dei maggiori esponenti del cinema marziale mondiale, Donnie Yen (Ip Man, Rogue One: A Star Wars Story), magari nei panni del “vecchio e saggio statista, leader del suo popolo” di cui era emerso il casting call qualche settimana fa.

In un’intervista rilasciata a ScreenRant durante il tour promozionale di Aquaman, Ludi Lin aveva già espresso il suo desiderio di prestare il volto al personaggio:
È sicuramente qualcosa che vorrei fare. Vorrei davvero interpretare un supereroe asiatico e raccontare quella storia. Idealmente, mi piacerebbe creare il mio supereroe ma penso che il mondo Marvel sia ugualmente incredibile. Soprattutto in onore di Stan Lee, la persona che ha creato questo meraviglioso universo. È davvero incredibile e sarebbe bello farne parte perché potrebbe essere un altro grande passo avanti verso la rappresentazione degli asiatici”.

Ricordiamo che, stando ad un report di Deadline, Dave Callaham (I mercenari – The Expendables) era stato ingaggiato dallo studio per lavorare alla sceneggiatura del film con l’obiettivo di “modernizzarla” per evitare di ricadere in alcuni stereotipi tipici delle storie degli anni ’70 aventi per protagonista il personaggio. Lo scopo dei Marvel Studios, secondo il sito, sarebbe quello di omaggiare la cultura orientale e quella asioamericana cercando di replicare il successo di Black Panther (diretto da Ryan Coogler) e l’impatto culturale che la pellicola ha avuto sulla comunità afroamericana.

Fonte: ThatHashtagShow

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020