Rob Zombie – I suoi film preferiti in un’intervista per Shudder

Cinema
Avatar
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Tempo di lettura: 2 minuti

Che si tratti della sua musica o dei suoi film, la figura di Rob Zombie è associata spesso al suo gusto per l’estremo. Per celebrare il suo ultimo film, dal titolo 31, che sarà trasmesso da Shudder, piattaforma streaming dedicata al genere horror, Zombie è stato invitato a parlare dei suoi film preferiti, quelli che gli hanno acceso la passione per l’ “oscurità” e molto altro.

Durante l’intervista, avvenuta in presenza di Sam Zimmerman, curatore di Shudder, Zombie ha scelto i suoi film preferiti disponibili sulla piattaforma streaming, tra cui: Henry: ritratto di un serial killer con Michael Rooker (Guardiani della Galassia e The Walking Dead). Tra i suoi film preferiti c’è anche il cult italiano Cannibal Holocaust, di Ruggero Deodato. Primo film ad usare, negli anni ’80, la formula del falso documentario, e proprio per questo fu al centro di diverse polemiche essendo accusato di essere uno snuff movie.

31-hd-film-izle-579

Alcune delle scelte di Rob Zombie sono film un po’ meno estremi, come White Zombie del 1932, che ha anche ispirato il nome del suo nuovo progetto musicale, e Phantasm di Don Coscarelli, una storia surreale di alcuni ladri di cadaveri che vede protagonista uno strano fantasma.

Ricordiamo che Rob Zombie è uno dei migliori registi horror presenti sulla scena del genere in questi ultimi anni. Tra i suoi film migliori ci sono La Casa dai 1000 Corpi (2003), La Casa Del Diavolo (2005), Halloween The Beginning (2007), Le Streghe di Salem (2012).

Sintonizzatevi su Shudder per vedere l’anteprima gratuita del nuovo film di Rob Zombie, 31.

 

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020