Perché a Ridley Scott non piacciono i film sui supereroi?

Cinema
Avatar
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Tempo di lettura: < 1 minuto

I film sui supereroi sono stati il tema caldo del 2016, e continueranno ad esserlo anche in questo 2017, soprattutto quando si parla di incassi. Molti di voi lettori amano i cinecomic, ma ognuno ha un gusto e delle preferenze diverse. È il caso dell’acclamato regista Ridley Scott, che ha recentemente dichiarato di non essere affatto un fan dei film sui supereroi, sia al cinema che nei fumetti.

1455875110_bladerunner-pris-roy-batty

Il regista di Alien e Blade Runner ha dichiarato quanto segue: “I film sui supereroi non sono il mio genere di film, questo è il motivo del perché io non ne abbia mai realizzato uno. Me l’hanno chiesto diverse volte ma non credo nelle basi del genere, la sottile filo del rasoio delle situazioni non reali dei supereroi. Ho fatto quel tipo di film, Blade Runner potrebbe essere un fumetto se ci pensi bene, è una storia cupa raccontata in un mondo irreale. Ci potresti inserire Batman o Superman in quel mondo, in quell’atmosfera, tranne il fatto che io ho avuto una buona storia da raccontare, e ciò è l’opposto di non avere una storia”.

Quindi, sicuramente non vedremo Ridley Scott dirigere il terzo capitolo dei Guardiani della Galassia, ma abbiamo due importanti film in uscita che saranno diretti dal famoso regista: Alien Covenant, che sarà al cinema a partire dal 19 Maggio, e Blade Runner 2049 che uscirà il 6 Ottobre di quest’anno.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020