Marvel Studios: Kevin Feige stava per lasciare lo studio a causa della mancanza di diversità

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel corso di una recente intervista con The Independent, Mark Ruffalo, interprete di Bruce Banner/Hulk nel Marvel Cinematic Universe, ha rivelato che il presidente dei Marvel Studios e Chief Creative Officer della Casa delle Idee Kevin Feige stava per abbandonare lo studio a causa della scarsa rappresentazione delle minoranze.

Durante le riprese di The Avengers, infatti, Feige confidò all’attore di voler lasciare definitivamente la guida dei Marvel Studios se non fosse riuscito a convincere i dirigenti Disney a produrre pellicole incentrate su personaggi femminili o interpretati da attori neri: “Quando facemmo il primo Avengers, Kevin Feige mi disse ‘Ascolta, potrei non essere qui domani‘. E poi mi fece ‘Ike [Perlmutter, Chairman di Marvel Entertainment] crede che nessuno andrà a vedere un film con una protagonista femminile. Quindi se sarò ancora qui domani, saprai che ho vinto quella battaglia.’

Quella è stata la svolta decisiva per la Marvel.” ha aggiunto Ruffalo. “Kevin voleva supereroi neri, supereroine e supereroi LGBT. Ha cambiato l’intero universo Marvel. Ora abbiamo supereroi gay, supereroi neri e supereroine. Prossimamente uscirà il film con Scarlett Johansson, abbiamo Captain Marvel e tra poco faranno She-Hulk. Nessun altro studio dà così tanto spazio all’inclusione a questi livelli. Ma dovrebbero farlo. Questo è il fo****o mondo. La cultura è molto più avanti della politica.

Ogni volta che realizziamo un film, speriamo che sia un successo in modo tale da poterne realizzare un altro. È sempre quella l’idea. E con quei due film in particolare, Black Panther e Captain Marvel, volevamo proporre degli eroi dei fumetti che rappresentassero il mondo che va a vedere i nostri film.” spiegò Kevin Feige lo scorso dicembre. “Quindi la nostra intenzione è sempre stata quella di continuare a fare questo. La cosa entusiasmante è che entrambi quei film sono stati talmente di successo che hanno infranto qualsiasi tipo di domanda e spero – e penso – che abbiano ispirato altre compagnie nel mondo a fare la stessa cosa e a raccontare tipologie diverse di storie.

SINOSSI
Nello spy-thriller ricco d’azione Marvel Studios’s Black Widow, Natasha Romanoff a.k.a. la Vedova Nera affronta i lati oscuri del suo registro quando una pericolosa cospirazione con legami col suo passato insorge. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla finché non l’avrà sconfitta, Natasha dovrà fare i conti con il suo passato da spia e con le relazioni spezzate e lasciate alle spalle prima di diventare un Avenger.

Fonte: HeroicHollywood

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Captain Marvel? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Avengers Campus: Nel parco sarà presentata un’armatura di Iron Man mai vista prima

Alessio Lonigro3 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony rinvia le riprese del film con Tom Holland a causa del coronavirus

Alessio Lonigro1 Aprile 2020

Sony Pictures: Lo studio rinvia a data da destinarsi lo spin-off di Spider-Man del 2021

Alessio Lonigro1 Aprile 2020

Black Widow: Lorne Balfe sostituirà Alexandre Desplat alla colonna sonora originale

Alessio Lonigro1 Aprile 2020

Morbius: Sony Pictures rinvia l’uscita del film con Jared Leto al 2021 a causa del coronavirus

Alessio Lonigro31 Marzo 2020

Spider-Man 3: Seamus McGarvey (The Avengers) sarà il direttore della fotografia

Alessio Lonigro31 Marzo 2020