Martin Scorsese: “I film sui supereroi sono la stessa cosa ripetuta in continuazione”

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Pur avendo chiarito il proprio punto di vista sui cinecomics in un editoriale pubblicato dal The New York Times, Martin Scorsese torna a criticare i film dell’Universo Cinematografico Marvel, ribadendo che i film sui supereroi non corrispondono alla sua definizione di cinema e che “sono la stessa cosa ripetuta in continuazione.

Può essere considerato cinema dai ragazzini che vedono questi film, ma non riesco a capirlo. O almeno mettiamola in questo modo: ne ho visti uno o due, è abbastanza. Perché si tratta della stessa cosa ripetuta in continuazione, sai?” ha spiegato Martin Scorsese in un’intervista con Popcorn with Peter Travers. “Penso che ciò che rende il cinema quello che è, per me… sia qualcosa che, per qualche motivo, resta con te affinché, qualche anno dopo, tu possa riguardarlo. O puoi riguardarlo dieci anni dopo, ed è diverso. In altre parole, c’è altro da imparare su sé stessi o sulla vita. È interessante.

La maggior parte dei cinema proietta i film sui supereroi. Mi sono chiesto ‘Quindi cosa rimane? Rimane qualche cinema per un film?’. Quei film vanno bene, ma non fanno per me, ed ho cercato nel corso degli anni di guardare un po’ di quella roba. E ho perso interesse, una grande quantità di interesse. Ma, in ogni caso, ho pensato che fosse arrivato il momento per noi di chiederci ‘Cosa costituisce il cinema?’.

Ognuno ha una definizione diversa di cinema. Ognuno ha una definizione diversa di arte. Ognuno ha una definizione diversa di rischio. Alcune persone non pensano che sia cinema. Ognuno ha diritto alla sua opinione. Ognuno ha diritto di ripetere la sua opinione. Ognuno ha il diritto di scrivere un articolo sulla sua opinione. E sono impaziente di vedere cosa accadrà dopo. Ma, nel frattempo, noi continueremo a realizzare film.” ha spiegato il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige in un episodio del podcast The Hollywood Reporter’s Awards Chatter.

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte: ComicBook.com

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Avengers: Endgame? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020