Mark Hamill, l’attore voleva un Luke differente ne Il Risveglio della Forza

Cinema
Avatar

Tempo di lettura: 2 minuti

Intervistato THR, l’attore Mark Hamill ha parlato delle sue idee mancate per il ruolo di Luke nella trilogia sequel diretta da JJ Abrams e Rian Johnson. Come tutti sappiamo, Luke Skywalker ne Il Risveglio della Forza appare nelle ultime inquadrature del film e per pochissimi secondi. Mentre nel film, sembra che una speranza sia riposta tutta nel suo aiuto, e nel suo addestramento in Rey, vedremo come ne Gli ultimi Jedi di Rian Johnson, le carte verrano rimescolante contro un lineare storytelling e stravolte del tutto, vedendolo morire nel finale del film.

A quanto pare le idee di Hamill per Il Risveglio della Forza, che lui stesso ha suggerito ad Abrams, erano completamente diverse. Hamill voleva che la Principessa Leila chiedesse aiuto a Luke telepaticamente, ma, non trovandolo si recasse da sola sulla nuova Morte Nera. Lì, trovava Luke travestito da Stormtrooper. Una volta insieme si sarebbero riuniti a Han Solo per combattere il Primo Ordine. Per Mark Hamill infatti, la più grande occasione mancata è stata non rivedere il trio storico della trilogia classica insieme.

Questo è quanto ha dichiarato:

Tutti parlano dello shock nel rendersi conto che, ne Il R isveglio della Forza, non arrivo fino all’ultima pagina, per me è stato uno shock maggiore uccidere Han Solo prima che Luke potesse vedere di nuovo il suo migliore amico. Voglio dire, potrebbe essere motivato egoisticamente, ma ho detto: “Santo cielo, questa è una vera opportunità mancata”. Anche rivedere noi tre insieme, anche solo brevemente. Ho buttato lì l’idea ad Abrams: ‘Puoi ancora farmi entrare alla fine, ma che ne dici di questo? Che ne dici se Leia sta cercando di contattarmi telepaticamente, si sente frustrata perché non ci sono risposte, quindi si precipita alla nuova Morte Nera. E lei ci arriva quasi ma viene fermata da due Stormtroopers e, poco prima di essere rapita, uno Stormtrooper si gira verso l’altro, scaccia via l’altro, si toglie il casco e dice:’ Ciao, sorellina, sono qui per salvarti! ‘Dico: “Farà crollare il cinema, ma almeno sono ancora dentro fino alla fine”.

Inoltre l’attore ha continuato parlando del fatto che non ha gradito come i suoi amici siano lontano da Han durante la sua morte.

Penso che sia più efficace avere persone che hanno davvero una storia con Han Solo, testimoni della sua morte e incapaci di fermarla. Sua moglie, la madre di suo figlio, il suo migliore amico, invece di due personaggi che lo hanno conosciuto, da quanto, 20 minuti? Ma hanno le chiavi del regno e quindi decidono loro, tu devi solo conviverci.”

E voi cosa ne pesante? Sieted’acordo con Mark Hamill, avreste voluto vedere un Luke diverso?

Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: SR

Altri articoli in Cinema

Doctor Strange: Scott Derrickson svela un retroscena legato al rinvio del primo film

Alessio Lonigro6 Aprile 2020

Legion: Il compositore Jeff Russo condivide le sue speranze per il reboot degli X-Men

Alessio Lonigro6 Aprile 2020

Black Widow: Kevin Feige e Scarlett Johansson sul “grande cambio di registro” della pellicola

Alessio Lonigro6 Aprile 2020

Doctor Strange in the Multiverse of Madness: Natasha Lyonne sarà presente nel film?

Alessio Lonigro5 Aprile 2020

Marvel Studios: La produzione dei film e delle serie per Disney+ ripartirà a settembre?

Alessio Lonigro5 Aprile 2020

Luke Cage: Quentin Tarantino spiega per quale motivo non ha più diretto il film negli anni ’90

Alessio Lonigro5 Aprile 2020