Luke Cage: Quentin Tarantino spiega per quale motivo non ha più diretto il film negli anni ’90

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Durante un recente episodio del podcast di Amy Schumer 3 Girls, 1 Keith, il celebre regista di fama internazionale Quentin Tarantino ha rivelato per quale motivo negli anni ’90 decise di non realizzare il film su Luke Cage, l’indistruttibile supereroe della Casa delle Idee a cui Netflix ha dedicato una serie televisiva nel 2016.

C’è stato un momento, prima che scoppiasse la moda dei film Marvel, in cui pensai di fare un film su Luke Cage.” ha spiegato Quentin Tarantino. “È stato dopo Le Iene, prima di Pulp Fiction. Ero un grande collezionista di fumetti e le mie due serie preferite erano Luke Cage: Eroe in Vendita, diventato poi Luke Cage: Power Man, e Shang-Chi: Il Maestro del Kung Fu.

Ciò che mi ha dissuaso… sono stati i miei amici amanti dei fumetti ad avermi fatto cambiare idea.” ha continuato il regista. “Pensavo che Larry Fishburne sarebbe stato perfetto per interpretare Luke Cage. Ma tutti i miei amici mi dissero ‘Deve essere Wesley Snipes’. Ed io risposi ‘Guardate, mi piace Wesley Snipes ma Larry Fishburne è praticamente Marlon Brando. Penso che Fish sia la persona giusta’. E mi dissero ‘Sì, ma dovrebbe rimettersi in forma alla grande. Wesley lo è già’. E io dissi ‘V********o! Non è così importante! Andate a f*****o, avete rovinato tutto!’.

La pellicola, a quanto pare, avrebbe visto Laurence Fishburne (interprete di Bill Foster in Ant-Man and the Wasp e voce originale di Silver Surfer ne I Fantastici 4 e Silver Surfer) nei panni dell’eroe di Harlem e sarebbe stata ambientata negli anni ’70, ossia il periodo in cui il personaggio venne concepito da Roy Thomas.

SINOSSI
Quando un esperimento sabotato gli dà una super forza ed una pelle indistruttibile, Luke Cage diventa un fuggitivo tentando di ricostruire la sua vita ad Harlem, e deve ben presto affrontare il suo passato e combattere una battaglia per il bene della sua città. Dopo aver cambiato il suo nome, Cage diventa un eroe ed una celebrità ad Harlem, solo per incontrare una nuova minaccia che lo mette di fronte alla linea dell’essere un eroe o un cattivo.

Fonte: ComicBook.com

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Iron Man 2? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020