L’incredibile Hulk: Edward Norton a ruota libera sull’uscita dal Marvel Cinematic Universe

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 4 minuti

Uno dei film meno apprezzati dai fan dell’Universo Cinematografico Marvel è senza dubbio L’incredibile Hulk avente per protagonista Edward Norton nei panni di Bruce Banner. Nonostante inizialmente fosse previsto il ritorno dell’attore in The Avengers, i Marvel Studios decisero di portare avanti la storia del personaggio senza di lui e di ingaggiare Mark Ruffalo (indicato proprio dal regista Louis Leterrier anni prima) per le pellicole successive.

In una nuova intervista con il The New York Times Magazine, Norton ha rivelato che il sequel del film avrebbe proposto una versione più dark e matura di Bruce Banner ma, nonostante i Marvel Studios fossero apparentemente soddisfatti dell’idea, lo studio ha cambiato completamente i suoi piani:
Amavo i fumetti di Hulk. Li consideravo quasi dei miti. E ciò che Christopher Nolan ha fatto con Batman è seguire una strada con cui mi sono allineato: lungo, dark e serio. Se c’era una cosa che potesse avere quelle caratteristiche, era proprio Hulk. È letteralmente il mito di Prometeo. Ho proposto loro due film: le origini e poi l’idea di un Hulk come sognatore cosciente, il ragazzo che può gestire il viaggio. E loro mi hanno detto ‘Questo è quello che vogliamo!’ ma, come si è scoperto, non era ciò che volevano. Ma me la sono spassata. Andavo d’accordo con Kevin Feige.

In un secondo momento, Norton ha commentato il comunicato stampa rilasciato nel 2010 che annunciava la decisione dello studio di andare avanti senza di lui in cui il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, specificò “La nostra decisione non è assolutamente legata a fattori economici bensì radicata nella necessità di trovare un attore che incarni la creatività e lo spirito collaborativo degli altri talentuosi membri del nostro cast.

Sì, non si è sforzato. È stato un atteggiamento difensivo nei confronti del marchio o qualcosa del genere. In fin dei conti, non era nei loro piani fare qualcosa di lungo, di dark e di serio. Ma non importa. Ci sono state delle discussioni ai tempi per andare avanti con nuovi film ma poi abbiamo guardato alla quantità di tempo che avrebbero richiesto, ed io non avevo intenzione di farlo. Onestamente avrei voluto più soldi di quelli che avrebbero voluto darmi. Ma non è il motivo per cui non ho voluto fare un altro film su Hulk. Me ne sono andato e ho fatto tutto ciò che volevo fare e ciò che Kevin ha realizzato è probabilmente una delle migliori esecuzioni di piani aziendali nella storia dell’industria dell’intrattenimento. Come azionista Disney, dovresti alzarti in piedi per quello che hanno realizzato.

Malgrado l’attore abbia rifiutato di parlare della qualità dei film dei Marvel Studios, Edward Norton ha ribadito che non c’è stato alcun contrasto tra lui e Kevin Feige durante il processo creativo:
Non rilascerò commenti in proposito. Mi limiterò a dire che Kevin ha avuto un’idea per qualcosa che avrebbero potuto fare, ed era veramente eccezionale. Ma non si è rivelato essere a livello tonale e tematico qualcosa su cui avrei voluto spendere molto tempo.

Infine, l’attore ha chiarito di non aver mai lanciato volontariamente una frecciatina allo studio, puntando il dito contro lo “stupido giornalismo d’intrattenimento che cerca di ottenere più click possibili“:
Alimentare lotte tra altre persone con i clickbait è grottesco. Non sto esagerando. È uno dei problemi che affligge il nostro paese. Ad esempio, durante uno sketch su Comedy Central per Bruce Willis ho fatto una battuta a mie spese. Ho parlato di quanto avrei voluto essere come Bruce e fare un grande film ma sono stato un’idiota perché ho cercato di migliorare lo script. Ecco la vera barzelletta: ‘Ho cercato di essere come te, Bruce. Ho realizzato un film action intitolato L’incredibile Hulk. Sapete cosa è andato storto? Volevo una sceneggiatura migliore’. Ovviamente ora mi sto prendendo in giro ma i siti lo hanno trasformato in ‘Edward attacca la Marvel’. No, attacco me stesso. Le persone devono crescere.

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte: HeroicHollywood

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di The Incredible Hulk? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020