La Guardia dei Topi: Idris Elba in trattative per entrare nel cast

Cinema
Sara Susanna

Tempo di lettura: 1 minuto

L’adattamento della serie a fumetti Boom! Studios La Guardia dei Topi sta finalmente avanzando verso il grande schermo, e secondo The Hollywood Reporter 20th Century Fox è in trattative finali con Idris Elba per unirsi al cast di talento che comprende già Andy Serkis e Thomas Brodie-Sangster. La pellicola sarà diretta da Wes Ball, il regista dietro ai film di Maze Runner.

Basato sulla graphic novel di David Petersen, La Guardia dei Topi è ambientata in un mondo medievale e racconta la fratellanza di una squadra di topi, conosciuti come la Guardia dei topi, che sono i protettori giurati del loro regno. I nemici vanno dai predatori come volpi e aquile ad altri roditori

Serkis interpreterà il villain, noto come Midnight. Brodie-Sangster è Lieam, uno dei membri più giovani della Guardia che sarà chiamato a dimostrare il suo coraggio. La Guardia dei Topi verrà realizzato con la tecnica di live-action/CGI  e WETA fornirà effetti visivi. Matt Reeves sta producendo insieme a Boom! Ross Richie e Stephen Christy e Joe Hartwick Jr. Elba dovrebbe interpretare il personaggio di Celanawe, una figura descritta come simile a quella di Obi-Wan Kenobi nel franchise di Star Wars. Le riprese dovrebbero iniziare a maggio.

La Guardia dei Topi attualmente non ha alcuna data di rilascio.

Fonte: ComicBook

Altri articoli in Cinema

Black Panther: Kendrick Lamar e The Weeknd accusati di plagio per “Pray For Me”

Alessio Lonigro26 Febbraio 2020

Spider-Man: Tom Holland parla del piano della Sony per togliere il personaggio dal MCU

Alessio Lonigro25 Febbraio 2020

Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings: Nel film verrà introdotto il primo mutante del MCU?

Alessio Lonigro25 Febbraio 2020

Onward – Oltre la Magia Recensione

Andrea Prosperi25 Febbraio 2020

Spider-Man: Tom Holland “conosce tutti i segreti” del terzo film della saga

Alessio Lonigro24 Febbraio 2020

Marvel Studios: Kevin Feige stava per lasciare lo studio a causa della mancanza di diversità

Alessio Lonigro24 Febbraio 2020