Karen Gillan, l’attrice risponde a Martin Scorsese: “C’è spazio per tutti i tipi di film” 

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Durante una nuova puntata del Larry King Now, Karen Gillan, interprete di Nebula nell’Universo Cinematografico Marvel, ha risposto alle controverse dichiarazioni di Martin Scorsese sui cinecomics di cui si è fatto un gran parlare negli ultimi mesi, spiegando che non considera necessariamente un male il fatto che i film dei Marvel Studios siano come dei “parchi a tema“.

Amo i film Marvel perché, sai, sono emotivamente soddisfacenti.” ha dichiarato Karen Gillan. “Di certo lo è il mio personaggio. Ho interpretato questo personaggio molto interessante che ha subito abusi da suo padre, quindi ho avuto la possibilità di esplorare tutti i modi in cui ciò l’ha influenzata. La adoro. Non so se ti debbano piacere i personaggi che interpreti, ma penso che si debba capire da dove vengono. Mi sento il suo avvocato. Sono la persona che giustifica perché fa quello che fa.

Direi che ci sono diverse tipologie di cinema, ed io rispetto molto il suo tipo di cinema. È uno dei miei registi preferiti di sempre. Ma penso che ci sia spazio per tutti i tipi di film.” ha continuato l’attrice. “E non reputerei quelli che ha descritto come attrazioni dei parchi a tema come qualcosa di negativo. Penso che le persone amino andare a cinema per evadere e per avere un’esperienza condivisa o qualcosa di ‘ultraterreno’. Quindi penso che ci sia spazio per tutto.

Nelle scorse settimane, Martin Scorsese ha ribadito ripetutamente il suo punto di vista sui film Marvel, definendoli dei “parchi a tema” e “non cinema“:
Non li vedo. Ci ho provato, sai? Ma non è cinema. Onestamente, la cosa più vicina a cui riesco a pensare, in base a come siano fatti e di quanto impegno possano metterci gli attori in certe circostanze, sono dei parchi a tema. Non si tratta di cinema in cui esseri umani cercano di veicolare emozioni o esperienze psicologiche ad altri esseri umani.

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte: ComicBook.com

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Guardiani della Galassia? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020