IT – Il sequel del remake potrebbe essere già ufficiale

Cinema
Roberta Galluzzo
Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Tempo di lettura: 2 minuti

IT è considerato da molti il romanzo più importante dell’opera di Stephen King. Il libro uscì nel 1986 mentre nel 1990 la ABC promosse una mini-serie divisa in due parti, alternando i due assi narrativi dell’opera, che si svolge tra il 1950 e poi 1980.

Ora, con il nuovo remake di Andy Muschietti, sembra che la linea narrativa rispetterà questi canoni e, la sceneggiatura, sarà pertanto divisa in due parti. Il produttore Dan Lin ha fatto questa rivelazione a Collider durante una recente intervista per promuovere il Lego film di Batman, anch’esso suo prodotto.

maxresdefault

Lin ha confermato al sito web che il primo film di IT si concentrerà sui bambini del Club dei perdenti e la loro lotta contro Pennywise. Un sequel sarà invece ambientato trenta anni più tardi e ruoterà intorno ai protagonisti adulti ed il ritorno di Pennywise nelle loro vite. Naturalmente la parola finale spetterà al pubblico: ovverò tutto dipenderà dal successo che avrà la prima parte. I franchise dei film horror sono possibilissimi ma rari rispetto i film di altri generi. È necessario sempre, saper colpire il pubblico al punto da desiderarne un seguito.

1486141910-grid-cell-21772-1485875260-2_2

Ad ogni modo se un sequel dovesse esserci non sarà temporalmente abbinato ai tempi nostri, ma seguirà la linea temporale classica degli anni ’80. Ciò non dovrebbe sorprenderci dato il clamoroso successo di Stranger Things su Netflix. Il produttore ha osservato:

E molto più che un omaggio ai film degli anni ’80, che si tratti di classici di Stephen King o anche Spielberg. Pensate a Stand By Me per quanto riguarda il legame tra i bambini. Ma c’è un elemento davvero spaventoso in Pennywise“.

Ottenere un’approvazione per Pennywise The Clown è parte integrante del successo per il film. Non solo a causa di come Stephen King ha descritto il personaggio, ma a causa della rappresentazione iconica di Tim Curry che interpretò il demone terrificante nel 1990.

stephen-king-it-pennywise

Bill Skarsgard è l’attore con il compito più difficile: cercare di eguagliare, se non superare il  Pennywise di Tim Curry. Naturalmente saremo in grado di giudicare pienamente e analizzare le sue prestazioni una volta arrivato l’8 settembre e, solo allora, scopriremo se è totalmente ufficiale il via libera per il sequel.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020