Cinema
Sara Susanna

Tempo di lettura: 2 minuti

Dismessi i panni di Wolverine Hugh Jackman torna al cinema con The Front Runner, e il primo trailer del film chiede subito allo spettatore di fare una scelta.
Non ti dice cosa provare o pensare. Ti racconta la frenetica storia di una campagna presidenziale sotto assedio e ti lascia decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Questo è ciò che il giornalismo dovrebbe essere e il film del regista Jason Reitman è interessato alla stampa libera come lo era Gary Hart, il candidato democratico alla Casa Bianca nel 1987, la cui candidatura è però crollata a causa di uno scandalo.
“Questo è un film con una dozzina di punti di vista diversi. E lo si può già vedere nel trailer, osserverai questa storia da ogni prospettiva”, dice Reitman a EW. “Quando ho sentito la storia di Gary Hart per la prima volta, non potevo credere che fosse successo. E non potevo credere che nessuno ci avesse ancora realizzato un film”, ha detto.

“C’è stato un momento in cui Gary Hart sembrava essere il prossimo presidente degli Stati Uniti. E in una settimana è stato messo fuori gara e non ha mai corso di nuovo”, dice Reitman, che ha co-scritto la sceneggiatura con l’ex portavoce di Hillary Clinton Jay Carson, e Matt Bai, autore del libro su cui si basa il film, All the Truth Is Out: The Week Politics Went Tabloid.

Hart, che era allora un senatore del Colorado, era noto per il suo intelletto, la sua capacità di comunicare idee politiche complesse e una compassione e un carisma che attraeva gli elettori.
Poi la campagna è stata colta alla sprovvista da uno scandalo personale che coinvolgeva una modella, uno yacht e una stampa che non era più disposta a trascurare queste cose.

Nel cast troviamo Vera Farmiga che interpreta la moglie di Hart, Lee Hart; JK Simmons è il responsabile della campagna Bill Dixon; Mamoudou Athie è AJ Parker, un reporter per il Washington Post ; Molly Ephraim è Irene Kelly; Steve Zissis è il reporter di Miami Herald, Tom Fiedler; infine Sara Paxton che interpreta Donna Rice, l’attrice e modella la cui vita è stata ribaltata dallo scandalo.

The Front Runner esplora questo sconvolgimento con raffiche di umorismo oscuro, come dimostra il nuovo poster che raffigura un gruppo di giornalisti che guardano l’autobus della campagna Hart del 1988 precipitare da una scogliera.

“La politica in questo paese è sul punto di diventare un’altra forma di competizione atletica o competizione sportiva”, ha dichiarato lo stesso Hart al culmine dello scandalo del 1987.
Quindi, suggerendo che i candidati ben intenzionati, ma difettosi, si sarebbero ritirati dai riflettori e avrebbero lasciato solo quelli privi di vergogna, ha parafrasato una battuta di Thomas Jefferson: “Tremo per il mio paese quando penso che potremmo, in effetti, ottenere il tipo di leader che meritiamo.”

L’uscita del film è prevista per il 21 Novembre 2018 in America.

Fonte: Entertainment Weekly

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020