Godzilla vs. Kong – Adam Wingard alla regia del crossover

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Tempo di lettura: 3 minuti

E’ ufficiale: Adam Wingard sarà il regista di Godzilla vs. Kong, in uscita nel 2020.

Ebbene sì, è in arrivo il crossover che tutti sogniamo e in cui vedremo lottare tra loro due tra i miti cinematografici che maggiormente hanno influito sull’immaginario collettivo per molti anni, dopo le prime pellicole di Cooper/Schoedsack (1933) e di Honda (1954).

Dopo un periodo di bassa dei kaijū movies americani, e qualche variazione sul tema – anche ben riuscita – degli ultimi anni ’00 e primi anni ’10 (Cloverfield, Pacific Rim), i mostri classici sono tornati alla ribalta con il più recente Godzilla (2014). In questo film, abbiamo visto, il gigante radioattivo è stato rappresentato con forme e dimensioni molto più vicine a quelle delle origini, prendendo le distanze dal GINO (Godzilla In Name Only) di Roland Emmerich (1998), prodotto (forse troppo) maturo di una moda dei dinosauri che ha attraversato tutti gli anni ’90, a partire da Jurassic Park (1993) in poi, grazie a suggestioni spielbergiane.

L’enorme mostro marino, però, non è stato l’unico a ripresentarsi con rinnovato stile sul grande schermo. Il dispendiosissimo colossal di Peter Jackson (King Kong, 2005), che nonostante tecnologie all’avanguardia ed effetti visivi di tutto rispetto, ammiccava molto al classico del ’33 e nel contempo rappresentava un King Kong più animalesco e bestiale, che non trasmetteva quell’impressione di “mostruoso umanoide” del mostro delle origini, ha costituito comunque una significativa parentesi. Ora però, con Kong: Skull Island (2017), finalmente anche il gigantesco gorilla ha subito un re-styling che lo ha riportato agli antichi fasti, un “throwback” della versione del ’33, come ha dichiarato il regista Vogt-Roberts. Nonostante questo, ne sono state aumentate le dimensioni rispetto al passato, affinché Kong possa competere con Godzilla nello scontro.

Il revival di questi film, che si potrebbero definire “nuovi classici” del cinema kaijū, ancora non si è esaurito, e sono in cantiere Godzilla: King of the Monsters (attualmente in produzione, in uscita nel 2019) e Godzilla vs. Kong (2020), primo crossover di questo franchise chiamato MonsterVerse. E’ possibile che in futuro possano essere rappresentati anche altri storici kaijū, come Mothra, King Ghidorah, Battra. La lista è lunghissima, e le possibilità sconfinate.

Warner Bros. e Legendary Entertainment hanno deciso di puntare, per il ruolo di regista, su Adam Wingard, noto soprattutto per i suoi lavori nel genere horror (Pop Skull, You’re Next, V/H/S, V/H/S 2, Blair Witch); egli sarà alle prese per la prima volta con un blockbuster di grande produzione. Il prossimo agosto è in uscita su Netflix la sua trasposizione live action di Death Note. La writers room incaricata di scrivere la sceneggiatura è composta da molti nomi illustri: Terry Rossio (Pirati dei Caraibi), J. Michael Straczynski (Thor, World War Z; anche sceneggiatore di storie a fumetti, tra cui alcuni albi di Before Watchmen e Terra Uno), John D. Payne (Star Trek Beyond), Lindsey Beer, Max Borenstein e altri.

Non si conoscono ancora altri dettagli sul cast o sulla trama, anche se non sembra difficile prevedere una lotta memorabile.

Il film sarà distribuito nelle sale americane a partire dal 22 maggio 2020. Non c’è ancora una data ufficiale per l’uscita in Italia.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020