Francis Ford Coppola: Il regista chiarisce le sue dichiarazioni sui film Marvel

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 3 minuti

In una recente intervista con Deadline, Francis Ford Coppola ha avuto la possibilità di chiarire il suo punto di vista sui film dell’Universo Cinematografico Marvel, spiegando che i suoi commenti sono stati travisati dalla stampa e che il termine “spregevole” non era riferito ai cinecomics bensì ai blockbuster la cui unica ambizione è quella di guadagnare a discapito dell’aspetto artistico.

Personalmente non mi piace l’idea dei franchise, la nozione di continuare a ripetere ciò che è essenzialmente lo stesso film per guadagno economico. In altre parole, un approccio basato sulle formule.” ha dichiarato il regista di Apocalypse Now e de Il Padrino. “Penso che questo tipo di approccio sia adattato al fine di ridurre il rischio economico ma credo che il ‘fattore rischio’ sia un elemento che ogni tanto permette ai film di essere grandiosi. Questo tipo di film permette di attirare maggiori risorse finanziarie, lasciando poco alle produzioni più coraggiosi e riducendo la diversità.

Per certi versi penso che il cinema sia come il cibo. Ovviamente si possono aggiungere degli ingredienti per renderlo più invitante, più appetitoso e più godibile ma deve anche essere nutriente per qualificarsi come vero cibo.” ha aggiunto Francis Ford Coppola.

Deadline, inoltre, ha fornito la traduzione corretta della dichiarazione rilasciata dal regista in occasione del Festival Lumière di Lione:
Il senso della sua dichiarazione. Se chiedeste a Scorsese se in certi film Marvel c’è talento cinematografico, espressione cinematografica e un grande lavoro, risponderebbe di sì. Il punto del suo discorso è che il concetto alla base dei film Marvel sta consumando tutto l’ossigeno. Sì, sono d’accordo con lui. Anche gli spot pubblicitari sono cinema, ma è una bella forma di cinema? No.

Quando Martin Scorsese dice che i film Marvel non sono cinema, ha ragione perché ci aspettiamo di imparare qualcosa dal cinema, ci aspettiamo di ricevere qualcosa, un’illuminazione, conoscenza, ispirazione. Non credo che qualcuno possa ottenere qualcosa rivedendo lo stesso film ancora e ancora. Come ho detto prima, realizzare un film senza rischiare è come avere un figlio senza fare sesso. Parte di esso è il rischio, ed è questo che lo rende così interessante.

Inoltre, c’è una filosofia secondo la quale una persona ricca può essere giusta o ingiusta. È una cosa molto importante quando si parla di questo. Guadagnare ingiustamente consuma, non contribuisce. La ricchezza è solo ciò che è giusto, ciò che porta di più alla società. Per il cinema vale lo stesso discorso. Il vero cinema porta qualcosa, un dono meraviglioso per la società. Non accumula solo denaro e rende ricche le persone. È spregevole. Quindi Martin è stato gentile quando ha detto che non è cinema. Non ha detto che è spregevole, cosa che invece dirò io.

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte: ComicBook.com

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Avengers: Endgame? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020