Edgar Wright parla di Ant-Man e Baby Driver

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Tempo di lettura: 3 minuti

Nonostante Edgar Wright abbia passato quasi dieci anni a lavorare su Ant-Man con i Marvel Studios prima di lasciare il progetto per delle differenze creative, l’autore dice che ancora oggi non ha visto il film terminato. Senza il coinvolgimento di Wright probabilmente Ant-Man non sarebbe stato nemmeno un film Marvel. Nonostante fosse stato immaginato assieme ad un numero di altri progetti che devono ancora manifestarsi, è stata la visione dello sceneggiaotore regista idiosincratico che ha aiutato a tenerlo in vita così a lungo. Nel momento in cui la Marvel ha realizzato che la singolare visione di Wright era in conflitto con la sua, il film era più vicino alla sua conclusione e non conveniva riscriverlo.

È una mossa che ricorda quello che è avvenuto recentemente tra la Lucasfilm e i registi Phil Lord e Chris Miller per il film di Han Solo. E mentre il fato di quest’ultima pellicola sia ancora in dubbio, Ant-Man è riuscito a raggiungere il successo di pubblico e critica grazie al lavoro di rielaborazione di Peyton Reed, Paul Rudd e Adam McKay. Ma nonostante la sua buona ricezione e un sequel in arrivo, Wright non ha fetta di guardare il film.

Parlando con Uproxx a proposito del suo nuovo film Baby Driver, Wright ha ammesso che non solo non ha visto il film, ma non ha nemmeno guardato il trailer di Ant-Man“Non l’ho visto e non ho visto il trailer…Ci sono stato più vicino quando qualcuno seduto vicino a me su un aereo lo stava guardando. E quando ho visto che quella persona seduta accanto a me stava per guardare il film, ho pensato, hmm, forse lavorerà un po’ sul mio portatile.”

 Mentre potrebbe sembrare ridicolo che il regista eviti il film, è in qualche modo comprensibile. Dopo tutto ha speso un considerabile ammontare del suo tempo e delle sue energie in una visione che è stata poi scartata assieme a lui. E mentre lui dice che non si pente di aver lasciato il film, sarebbe duro per Wright guardare il film senza farlo a pezzi. Riguardo ai problemi tra lui e Reed, Wright ha ammesso che essenzialmente non hanno avuto alcuna comunicazione. “Non ho parlato con lui affatto. Penso che l’ultima conversazione che ho avuto con lui sia stata io che dico. Per favore non usare i miei storyboards, e da allora non ho mai più parlato con lui.”

Fortunatamente, Wright sta ancora scrivendo e dirigendo. Baby Driver, che debutta oggi sui grandi schermi americani, sta già venendo mostrato e sembra essere più vicino alla visone di Wright per Ant-Man. Nel frattempo la Marvel metterà ancora una volta Reed dietro la telecamera per il sequel del prossimo anno, che sta per essere girato il prossimo mese. Ai fan sono state anche promesse alcune grandi notizie a breve riguardanti il sequel, ma si può già escludere che questo annuncio riguardi un qualsiasi coinvolgimento di Edgar Wright.

Nel frattempo il regista e sceneggaotre ha rivelato che, per il suo Baby Driver i film da cui ha tratto ispirazione sono Heat, The Driver, Le Iene, Point Break e The Blues Brothers,  film più che noti per le loro scene di tensione, di azione e di inseguimento assolutamente potenti ed iconiche.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020