Deadpool: Rob Liefeld parla della sua apparizione nel primo film e del cameo di Stan Lee

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Tempo di lettura: 2 minuti

Durante una recente live con ComicBook.com, Rob Liefeld, creatore di Wade Wilson/Deadpool, ha rivelato qualche dettaglio sul suo cameo nel primo capitolo della saga sul Mercenario Chiacchierone, spiegando che la scena prevista inizialmente avrebbe dovuto prendere in giro la sua tendenza a disegnare i muscoli dei personaggi eccessivamente ipertrofici.

La cosa divertente è che originariamente Buck avrebbe dovuto pugnalarmi una mano. Pensai che sarebbe stato buffo avere un coltello nella mano, in particolare quella che uso per disegnare.” ha dichiarato Liefeld. “Ma avevano solo un coltello come oggetto di scena e Buck stava sudando così tanto per il calore. Il coltello non era abbastanza solito e, a causa del calore, si piegava ogni volta che mi infilzavano la mano.

La persone mi chiedono sempre perché non faccia dei cameo. Beh, ecco la risposta veloce: ne ho fatto uno, e nessuno mi ha riconosciuto. Non ho bisogno di farne altri, non sono Stan Lee.” ha spiegato il fumettista. “Non è la mia specialità. Sono andato nel guardaroba, ho preso una camicia di flanella e abbiamo ripetuto la scena per una quindicina di volte perché questi ragazzi cercano di fare qualcosa di diverso ogni volta. Sono letteralmente seduto alla destra di Ryan [Reynolds] per tutto il tempo.

Nel corso dell’intervista, inoltre, Rob Liefeld ha svelato il retroscena del cameo di Stan Lee nel primo film sul personaggio diretto da Tim Miller, spiegando che il leggendario autore di fumetti non è entrato realmente nello strip club dove lavorava Vanessa (Morena Baccarin): “Ed ora passiamo al più grande cameo di sempre. Lo hanno girato quando era da solo e poi lo hanno montato nella scena dello strip club.

SINOSSI
Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi letale, lo sfigurato chef di una caffetteria (Wade Wilson) cerca a tutti i costi di diventare il barista più hot di Mayberry tentando, allo stesso tempo, di fare i conti con la perdita del senso del gusto. Mentre cercherà di riacquistare il gusto per la vita, oltre a un flusso canalizzatore, Wade dovrà combattere contro dei ninja, la Yakuza, dei cani sessualmente aggressivi, nel suo viaggio intorno al mondo che lo porterà alla scoperta del valore della famiglia, dell’amicizia e del sapore, trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi anche la tanto desiderata tazza con la scritta Miglior Amante del Mondo.

Fonte: ComicBook.com

NerdPlanet consiglia...
Non hai ancora recuperato il Blu-Ray di Deadpool 2? Che aspetti? Clicca qui!

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020