Deadpool 2: gli sceneggiatori parlano di come sarà Cable nel film

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Tempo di lettura: 3 minuti

I fan di lunga data di Deadpool e quelli che invece hanno scoperto il Mercenario Chiacchierone proprio grazie alla sua trasposizione cinematografica sono stati ugualmente eccitati dalla scena post-credit che annunciava ufficialmente un seguito, Deadpool 2,  che avrebbe introdotto Cable. Figlio di Ciclope e Madelyne Pryor (un clone di Jean Grey), Cable proviene da un distante futuro della timeline degli X-Men, il che vuol dire che ora il viaggio nel tempo sarà possibile nel PoolVerse cinematografico ora. Il personaggio di Cable è il personaggio chiave per un ricca storia, e questa storia coinvolge alla grande Deadpool, solo che — non avremo molto di questo nell’universo cinematografico della 20th Century Fox, perchè il film sta facendo un grande cambiamento alle origini del personaggio nei fumetti. Il co-sceneggiatore di Deadpool 2 Paul Wernick ha spiegato:

“Quindi con Cable, ha un così complicato passato, è una così complessa storia d’origine che io penso proveremo a lasciare, non misteriosa, ma ci sono un sacco di compi di scena e sconvolgimenti, con clonazioni e tutta quella roba dove tu fai , ‘Oh mio Dio. Come facciamo a parlarne in un film di due ore?’ Io penso che lo distilleremo alla sua essenza. Sarà autentico e fedele, ma non andrà a includere i 18,000 dettagli, se tu dovessi andare a leggere una pagina di Wikipedia a proposito di Cable alzeresti gli occhi al cielo.”

deadpool-cable

E’ vero che è più facile introdurre ed esplorare la storia di un personaggio complesso come  Cable nelle pagine di un fumetto mensile, dove spieghi come ha un braccio bionico, e che è stato infettato da un virus tecno-organico. Cable ha avuto numerosi avversari nel corso degli anni, ma è stato associato con team quali la X-Force e I New Mutants. Più tardi, nel corso della sua storia pubblicata, Cable è stato messo a fare squadra con Deadpool, ed è probabile che il sequel farà riferimento alla loro relazione.

E’ però anche vero che Deadpool 2 sta andando incontro ad un problema perchè non c’è ancora stato il casting.  Come il co-sceneggiatore Rhett Reese ha raccontato a Collider:

“E’ intimidente perchè abbiamo da trovare la sua voce e non abbiamo ancora un attore, quindi noi non sappiamo per chi stiamo scrivendo. La maggior parte della scrittura della sceneggiatura avviene senza che sia stato scelto il cast, ma per i sequels è un po’ diverso ed è preferibile che la parte venga assegnata, e noi continueremo a scrivere e a levigarlo per quell’attore, che io penso sia una buona cosa. Ci sono state così tante persone che sono state nominate come possibilità per Cable, e che non sono state proposte ma che stiamo considerando. E quello, come con Ryan [Reynolds], quella decisione impatterà grandemente sulle sue cadenze, i suoi ritmi. E noi certamente lo faremo come è nei fumetti, e noi certamente saremo fedeli, ma penso che la voce ci informerà un po’ “

deadpool-cable-deadpool-2-stephen-lang-ron

Se loro “distillano” troppo Cable, però, noi ne verremo delusi. Perchè lui è un personaggio affascinante, e se tu lo introduci, dovresti prenderti vantaggio di tutte le belle ragione per cui lo porteresti nell’universo in primo luogo. Nonostante tutti questi rischi bisogna comunque ricordarsi del lavoro che Rhett Reese e Paul Wernick hanno fatto per riuscire a portare un Deadpool apprezzabile sul grande schermo e sapendo questo forse si può ancora sperare in bene per Deadpool 2.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020