Aladdin – Numan Acar sarà un nuovo personaggio del live-action

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Numan Acar si è unito al cast di Aladdin, remake live-action del film d’animazione Disney.

Da ottobre 2016 Disney è al lavoro su un nuovo remake live-action di uno dei suoi film di maggior successo: Aladdin, amatissimo classico d’animazione datato 1992. La regia del film, appena uscito dalla pre-produzione, è stata affidata a Guy Ritchie (Snatch, RocknRolla, King Arthur: Il potere della spada), che si occuperà anche della sceneggiatura insieme con Vanessa Taylor (produttrice di Game of Thrones) e John August, collaboratore di vecchia data di Tim Burton, con cui ha lavorato come sceneggiatore in pellicole come Big Fish, La sposa cadavere, La fabbrica di cioccolato, Frankenweenie.

La fase di casting, cominciata da tempo, ha visto finora coinvolti nel progetto l’egiziano-copto Mena Massoud, Naomi Scott, Will Smith e il turco-tedesco Marwan Kenzari, rispettivamente nei ruoli di Aladdin, della principessa Jasmine, del Genio della lampada e del perfido Jafar.

A questa lista di nomi se ne aggiunge ora uno nuovo, quello di Numan Acar. L’attore, tedesco di origini turche, vestirà i panni di un villain, Hakim, descritto come “capo delle guardie e braccio destro di Jafar”. Nonostante nel film d’animazione non fosse stato concesso molto spazio al personaggio, esso ricorre anche nei sequel Il ritorno di Jafar (1994) e Aladdin e il re dei ladri (1996) e nella serie TV animata (1994-1996), e si preannuncia perciò come un importante ruolo di supporto. La guardia di Agrabah, dall’incarnato piuttosto pallido e dalla corporatura esile, è caratterizzata da un certo pessimismo, che traspare dalle sue poche battute.

Numan Acar può vantare una lunga carriera, soprattutto in ambito tedesco; negli ultimi anni, però, il suo talento ha fatto capolino anche ad Hollywood, con i ruoli in Point Break (2015) e The Great Wall (2016). Nel 2018 comparirà anche nella serie TV Jack Ryan, prodotta da Amazon Studios, e nel film Horse Soldiers, war-drama con Chris Hemsworth e Michael Shannon su un’operazione militare statunitense in Afghanistan dopo le vicende dell’11 settembre.

Non è ancora stata dichiarata alcuna data d’uscita ufficiale per la pellicola.

 

Fonte: Deadline

Altri articoli in Cinema

Gli Eterni: Kevin Feige conferma “Vedremo il pieno ed enorme potere dei Celestiali”

Alessio Lonigro9 Dicembre 2019
Critics' Choice Awards

Critics’ Choice Awards, i più candidati C’era una volta ad Hollywood e The Irishman

Daniele Camerlingo9 Dicembre 2019

Avengers: Endgame – Il film ottiene 3 candidature ai Critics’ Choice Awards

Alessio Lonigro9 Dicembre 2019

Wonder Woman: la Warner Bros. prepara uno spin-off sulle Amazzoni

Stefano Dell'Unto8 Dicembre 2019

The Conjuring: svelato il titolo del terzo episodio

Stefano Dell'Unto8 Dicembre 2019

Wonder Woman 1984: il primo trailer del film DC con Gal Gadot

Stefano Dell'Unto8 Dicembre 2019