Shia LaBeouf ritratta le critiche mosse contro Steven Spielberg

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Tempo di lettura: 2 minuti

Shia LaBeouf è stato un personaggio difficile da comprendere in questi anni. E’ diventato qualcosa come una stranezza virale, con le sue strane performance, la sua strana arte e il suo camminare in giro con un sacchetto di carta sulla testa. Una cosa che gli ha portato tante critiche però è stata quando ha criticato Steven Spielberg, qualche mese fa, apparentemente perchè non gli è piaciuto lavorare con lui. Ora LaBeouf sembra stare pentendosi di aver detto quelle parole e pare aver formulato delle scuse.

“Faccio casini a volta, lo sapete. Probabilmente avrei potuto andarci più leggere con Spielberg, quello è stato qualcosa da bui mi sarei dovuto fare indietro. Ma i miei sentimenti sono reali. Il tipo mi ha dato un sacco di opportunità, però, e questo è colpa mia.”.

shiaspielberg

Shia LaBeouf è apparso recentemente nello show radiofonico SiriusXM Sway in the Morning radio dove ha espresso il suo pentimento circa quello che ha detto su Steven Spielberg. Ha ammesso che parole più gentile sarebbero dovute essere usata, anche se i suoi sentimenti circa l’esperienza avuta erano genuini. Vedendo come LaBeouf è ormai un trentennne, un adulto in pratica, non è una sorpresa vederlo comportarsi in maniera più civile. Essere nei film di Spielberg probabilmente apre molte porte, quindi LaBeouf ha capito che forse avrebbe dovuto scegliere le sue parole più saggiamente.

transfomers-3-shia-labeouf-steven-spielberg-michael-bay-foto-dal-set-01_big

In caso qualcuno non lo ricordasse, Shia LaBeouf aveva scelto parole molto particolari per descrivere la sua esperienza lavorativa con Spielberg, durante un’intervista con Variety. Ha biasimato il regista in quanto manchevole, ai suoi occhi, d’integrità artistica e sulla sua esperienza totale sul set. Queste furono le sue esatte parole: “Tu arrivi lì, e realizzi che non stai incontrando lo Spielberg di cui sogni. Stai incontrando uno Spielberg diverso, che è ad un diverso stadio della sua carriera. E’ meno un regista e più una fottuta compagnia.”.

Shia LaBeouf e Steven Spielberg hanno lavorato insieme su un certo numero di film: Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo, Disturbia, Transformers e Eagle Eye. LaBeouf ha anche criticato fortemente il franchise di Transformers  — che ha dato una grande spinta alla sua carriera– e al regista di quei film, Michael Bay. Ha chiamato apertamente Bumblebee un motore che piscia in testa a qualche tizio, è facile immaginare che, quando ha fatto dichiarazioni simili, la preoccuèazione era stata già buttata fuori dalla finestra da parecchio.

(Left to right) SHIA LaBEOUF, Director/Executive Producer MICHAEL BAY and JOSH DUHAMEL on the set of 3TRANSFORMERS.2 DreamWorks Pictures and Paramount Pictures Present, in Association with Hasbro, a di Bonaventura Pictures Production, a Tom DeSanto/Don Murphy Production of a Michael Bay Film, TRANSFORMERS starring Shia LaBeouf, Tyrese Gibson, Josh Duhamel, Anthony Anderson, Megan Fox, Rachael Taylor with John Turturro and Jon Voight. Directed by Michael Bay from a story by John Rogers and Roberto Orci & Alex Kurtzman and a screenplay by Roberto Orci & Alex Kurtzman, the film is based on Hasbro's TRANSFORMERS Action Figures. Producers are Don Murphy, Tom DeSanto, Lorenzo di Bonaventura, and Ian Bryce and Executive Producers are Steven Spielberg, Michael Bay, Brian Goldner and Mark Vahradian.

Shia Labeouf è stato recentemente visto in American Honey e si spera che almeno questo film sia stato di suo gusto, da girare.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020