Recensioni

YouTuber’s Life – Recensione

Recensioni
Emanuele Greco
Nato a Palermo non troppo tempo fa, si approccia al mondo del gaming alla tenera età di 6 anni con una PSP, espandendo a dismisura la sua passione negli anni successivi. Ama tutti gli FPS e Free Roaming di ogni genere, tranne giochi sportivi e giochi simulativi. Crescendo sviluppa anche una passione per la tecnologia, riuscendo a soli 8 anni l’impresa di Jailbreak del suo iPhone 3GS. Da allora [..]

Nato a Palermo non troppo tempo fa, si approccia al mondo del gaming alla tenera età di 6 anni con una PSP, espandendo a dismisura la sua passione negli anni successivi. Ama tutti gli FPS e Free Roaming di ogni genere, tranne giochi sportivi e giochi simulativi. Crescendo sviluppa anche una passione per la tecnologia, riuscendo a soli 8 anni l’impresa di Jailbreak del suo iPhone 3GS. Da allora [..]

YouTuber’s Life è un titolo approdato su Steam in Accesso Anticipato qualche settimana fa. In questo gioco viene simulata la vita di uno Youtuber alle prime armi, il nostro compito sarà quello di far crescere il nostro personaggio caricando gameplay, recensioni e vlog.

Comincio partendo dalla grafica del gioco. Il gioco presenta una grafica 3D molto colorata e con modelli ben costruiti, design minimale e textures non troppo definite che però apprezzerete molto. Infatti il gioco è parecchio leggero e può essere giocato praticamente su qualsiasi configurazione. Il titolo offre numerose ore di gioco, che sono pressocchè infinite dato che non c’è un limite di crescita. Mano a mano, facendo video di ogni genere, otterremo soldi, visualizzazioni e ovviamente iscritti. Dovremo fare i conti però anche con la vita sociale del nostro personaggio andando a delle feste, chattando con amici o organizzando eventi.

La scuola, come in ogni titolo che ha come protagonista un ragazzo, è presente anche qui; infatti ogni mese dovremo svolgere un test e per farlo correttamente dovremo studiare, cosa che ci prenderà parecchio tempo. In questo gioco la finanza è molto importante e bisogna saperla gestire correttamente. Infatti potremo acquistare attrezzature, pezzi di PC, console, oggetti d’arredo e ovviamente i giochi, disponibili per qualsiasi piattaforma. Per ottenere i soldi spesso non basterà fare i video, anche se questo rimane il metodo più veloce ed immediato; infatti potremo lavorare, compiendo diversi compiti che più tempo richiederanno, maggiori saranno i guadagni, ma sarà comunque tempo tolto alla realizzazione di video. Oltre ai video e ai lavori potremo ottenere una paghetta mensile se andremo bene a scuola e passeremo correttamente gli esami.

Il gameplay è molto profondo, infatti potremo fare partnership con i network e ingrandire i guadagni, leggere i commenti sotto ai video, promuoverli in diversi modi e tanto altro. Il gioco però ha anche dei lati negativi: infatti presenta diversi bug che possono compromettere l’esperienza di gioco. Ad esempio il negozio presenta un bug che vi permetterà di acquistare di nuovo oggetti che già possedete. Per esempio: se voi comprate un nuovo monitor più potente e che costa anche molto, una volta acquistato quello vecchio verrà rimosso e rimpiazzato. Se voi però andrete nel negozio potreste cliccare erroneamente sul vecchio monitor e sostituire quello nuovo con quello vecchio. In questo modo avrete sprecato dei soldi e purtroppo, non essendoci un inventario o simili, l’unica soluzione è ricomprare l’oggetto perduto.

Il gioco è davvero divertente, uno dei pochi giochi simulativi che apprezzo e perciò si merita un bel 7,5. Provatelo, divertimento assicurato, soprattutto se vorreste in futuro intraprendere la carriera di Youtuber.

video-34153-5f7629c6a9b8482ec9f9fdf704e1fc617

Altri articoli in Recensioni

Destiny 2 Beta, la nostra prova

Alessandro Niro21 luglio 2017
Suicide Guy Cubby Pixel

Suicide Guy – Recensione del gioco dei Chubby Pixel (no spoiler)

Alessandro d'Amito15 luglio 2017

Final Fantasy XII: The Zodiac Age, la Recensione – NO SPOILER

Matteo Pugliese12 luglio 2017

Conarium – La Recensione NO SPOILER

Alessandro Guida12 luglio 2017

Empathy: Path of Whisperer, la Recensione – NO SPOILER

Davide Montalto11 luglio 2017

Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy, la Recensione

Luca Paura3 luglio 2017