Westworld – 1×05/6. La serie HBO procede benissimo.

Recensioni
Alessio Meneghini
Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Anche Westworld si avvicina alla sua conclusione con due episodi ricchi di pathos e colpi di scena; la serie si rivela sempre più complessa con le sue story-line molto articolate.

Analisi

La serie creata da Jonathan Nolan e Lisa Joy procede splendidamente con i suoi personaggi sempre più carismatici in grado di rendere ogni story-line ricca di spunti interessanti. Nell’episodio cinque il tema che lega le varie pedine dei due mondi è il desiderio di rivalsa, l’ambizione di cambiare il proprio destino e diventare migliori, più forti, in grado di migliorare se stessi. Un tema ampiamente abusato da innumerevoli sceneggiatori ma non per questo privo di interesse.

evan-rachel-wood-in-westworld-episode-5-gun

Il mistero si infittisce

Fin dalla prima puntata Westworld ha scatenato moltissimi dubbi e teorie sulla narrazione, le quali hanno portato in queste due ultime puntate qualche rivelazione. La capacità di trattenere i colpi di scena, grazie anche ad un montaggio sempre più curato, fanno si che Westworld non abbia momenti di scarso interesse. Ogni piccolo dialogo o monologo può riservare qualche sorpresa, contenere qualche indizio sull’evolversi delle story-line; anche se la trama orizzontale ha i suoi tempi molto lenti, la sceneggiatura compie il suo lavoro con estrema minuziosità nei dettagli.

Da un lato la serie non ha per ora buchi di sceneggiatura ma con una complessità del genere qualche errore potrebbe rivelarsi. Per ora Westworld procede ad un livello molto alto su vari aspetti. Ogni ospite e residente cerca di evolversi nel modo più consono alla narrazione eliminando definitivamente personaggi bi-dimensionali.

westworld-the-adversary-recap

Conclusioni

Westworld semina le basi per il finale di stagione, il quale sconvolgerà tutto quello che abbiamo teorizzato nella visione delle puntate precedenti. La serie si conferma nuovamente un progetto ambizioso in grado di racchiudere molte tematiche profonde, non escludendo al tempo stesso un buon intrattenimento grazie alle scene d’azione ben girate. Trattandosi di una serie televisiva la regia può essere superiore in alcune puntate a causa dei vari registi impiegati per ogni episodio, complessivamente siamo a dei livelli sopra la media.

Altri articoli in Recensioni

Marvel’s Runaways: Episodi 4/6, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella12 dicembre 2017

The Walking Dead 8: Mid-season finale – La Recensione

Rossella Mormile12 dicembre 2017

Agents of Shield 05×03: A Life Spent, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella11 dicembre 2017

Agents of Shield 5×01-02: Orientation, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella4 dicembre 2017

Marvel’s Runaways: Episodi 1/3, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella22 novembre 2017

The Punisher, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella17 novembre 2017