I top 50 giochi secondo il Time

Speciali
Marco Pasqualini

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Il Time Magazine, popolare settimanale la cui copertina è probabilmente la più iconica al mondo, ha recentemente pubblicato una classifica dei migliori 50 videogiochi di sempre, rispettivamente:

50. King’s Quest III: To Heir Is Human
49. Dota 2
48. Angry Birds
47. Guitar Hero
46. Resident Evil 4
45. Gran Turismo 3: A-Spec
44. Super Smash Bros.
43. Call of Duty 2
42. BioShock
41. ESPN NFL 2K5
40. Pong
39. Castlevania
38. Portal 2
37. Braid
36. Fallout 3
35. Galaga
34. Red Dead Redemption
33. Super Mario Kart
32. Wolfenstein 3D
31. The Sims
30. Pokemon roos e blu
29. Myst
28. Donkey Kong
27. Mortal Kombat
26. StarCraft II: Wings of Liberty
25. Halo: Combat Evolved
24. Final Fantasy VII
23. Microsoft Flight Simulator X
22. GoldenEye 007
21. Diablo II
20. Zork
19. Space Invaders
18. Rise of the Tomb Raider
17. Half-Life 2
16. Grand Theft Auto III
15. Counter-Strike
14. Quake
13. SimCity 2000
12. Final Fantasy VI
11. Sid Meier’s Civilization IV
10. World of Warcraft
9. The Oregon Trail
8. Super Mario Bros.
7. The Legend of Zelda
6. Minecraft
5. Ms. Pac-Man
4. Doom
3. The Legend of Zelda: Ocarina of Time
2. Super Mario 64
1. Tetris

In questa classifica, destinata a far discutere, spiccano giochi moderni e addirittura un videogioco educativo (The Oregon Trail) e una famosa avventura testuale (Zork). Per il resto sembrano azzardate le presenze di titoli quali Angry Birds, Pokemon, Guitar Hero e Flight Simulator (pur pietre miliari dei loro generi) e quantomeno strana la scelta di includere un simulatore di Football Americano e Rise of The Tomb Raider.

In fondo non sono classifiche ufficiali, ma spicca l’assenza di giochi quali Street Fighter 2, qualsiasi opera Naughty Dog e l’originale Pac-Man. Inoltre scorrendo la lista si può notare l’incredibile scelta di non includere alcun  gioco targato SEGA e, in minor misura, di SNK.

La prima posizione è quantomai azzeccata. Tetris, oltre ad essere un gioco geniale, divertente, intuitivo e mai invecchiato, ha avuto anche delle connotazioni geopolitiche e il suo approdo in occidente sembra quasi una spy-story (provate a cercare qualche indizio sulla storia di Tetris e resterete stupiti). Inoltre ci sono addirittura studi che hanno dimostrato che giocarci faccia bene al cervello, aiutando a produrre una corteccia celebrale più spessa.

Altri articoli in Speciali

verdun_main

Tannenberg – Dai creatori di Verdun arriva un’espansione standalone

Alessandro Guida25 maggio 2017
Porting Reboot Remake

Porting, Reboot e Remake – cosa sono e cosa comportano per i videogiocatori

Alessandro d'Amito11 maggio 2017
Outlast 2

Outlast 2 – Approfondimento sulla storia e sui temi del gioco di Red Barrels

Giuseppe Barbieri10 maggio 2017

Sotto il segno del Pixel – i giochi più attesi di Maggio 2017

Lorenzo Prattico29 aprile 2017

Sotto il segno del Pixel – I migliori Videobalocchi di Aprile 2017

Lorenzo Prattico28 aprile 2017
Nintendo Copyright

L’importanza della rete che Nintendo ancora non capisce

Alessandro d'Amito12 marzo 2017