The Walking Dead: Lauren Cohan parla dell’evoluzione di Maggie

News
Roberta Galluzzo
Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Dopo il colpo di scena nella prima puntata della nuova stagione di The Walking Dead arrivano le prime indiscrezioni degli attori. La morte di Glenn, che ha lasciato a bocca aperta il pubblico di tutto il mondo, accompagnerà i fan fino alla fine della stagione. Lauren Cohan, l’attrice che interpreta Maggie, ha parlato di recente dello sviluppo del suo personaggio in un’intervista al sito EW e di quello che ancora succederà nelle prossime puntate della serie.

A detta dell’attrice è chiaro a tutti che Negan ha fatto quello che ha fatto per fare in modo che Rick fosse assolutamente e completamente sottomesso a lui. Ma potrebbe aver commesso un errore sottovalutando le conseguenze dell’aver lasciato una donna incinta senza il marito, e per di più uccidendolo davanti a lei. Ciò appare chiaro anche dagli ultimi minuti dell’episodio quando Maggie, nonostante il dolore, incita Rick a non arrendersi e lo avvisa che dovrà prepararsi a combattere.  Secondo Lauren Cohan l’intero sviluppo del personaggio di Maggie da ora in poi verterà su un unico fulcro: la vendetta. Le sue intenzioni sono di non dimenticare Glenn e proteggere suo figlio. Abbiamo avuto modo di vedere com’è stato per lei perdere la sua famiglia nel corso delle precedenti stagioni, questo potrebbe essere il capitolo finale della sua evoluzione, così come per Rick lo è stato uccidere Shane.

Sappiamo tutti che The Walking Dead è una tragedia umana in un’apocalisse Zombie, dove i personaggi vengono presi e trasformati nel loro opposto e forse il turno di Maggie è arrivato, tanto che non va esclusa l’ipotesi che sia lei e non Rick a uccidere Negan, così come Michonne uccise a suo tempo il Governatore.

walking-dead

Sempre a detta della Cohan questa stagione è resa molto complessa per via di una rabbia prorompente che caratterizza i protagonisti. È evidente che gli influssi del precedente finale di stagione potrebbero avere risvolti psicologici interessanti: il discorso di Negan, Lucille insanguinata, la morte di Abrahm e Glenn, sono la chiave di volta che ha cambiato tutto.  La storia di Maggie a Hilltop nei fumetti era estremamente interessante e si spera che sullo schermo possa rendere altrettanto bene quel percorso spirituale in cui ritroverà la voglia di vivere, oltre la vendetta.

Altri articoli in News

Netflix: George Clooney produrrà una serie sullo scandalo Watergate

Federica Vacca16 dicembre 2017
game of thrones

Game of thrones – Nuove teorie sul personaggio di Bran nell’ultima stagione

Roberta Galluzzo15 dicembre 2017

IT Crowd: la NBC produrrà un remake della serie britannica

Federica Vacca15 dicembre 2017

“Se David Harbour vincerà il Golden Globe mi raso a zero” parola di Joe Keery

Davide Montalto15 dicembre 2017

SAG Awards 2018: svelate le nomination per cinema e tv!

Federica Vacca14 dicembre 2017

The Punisher rinnovata per una seconda stagione!

Andrea Prosperi13 dicembre 2017