The Last Temptation, la Recensione – NO SPOILER

Anteprime
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

The Last Temptation è l’opera a fumetti ideata da Alice Cooper e Neil Gaiman, disegnata da Michael Zulli, con i colori – in questa nuova edizione – di David Curiel di Inlight Studios, e le cover di Dave McKean.

In Italia The Last Temptation è pubblicato da Saldapress è uscira in librerie e fumetterie il 24 Novembre.

Follow my voice,

The Last Temptation è un fumetto con una trama semplice e addirittura familiare, ma con una storia molto particolare è quasi unica, fortunatamente a raccontarci entrambe abbiamo due abili artisti.

Dal canto suo Neil Gaiman, il nostro primo narratore, racconta  una storia che lui stesso riassume così: “Era la storia di un ragazzino di nome Steven e di un teatro molto strano e di un Teatrante che aveva una strana somiglianza con Alice Cooper e che era in parte spettro machiavellico, in parte commentatore, in parte demonio. Era la storia del patto offerto a Steven; della rappresentazione teatrale a cui assiste; dei suoi genitori, dei suoi compagni di scuola, dei suoi insegnanti e, alla fine dei conti, della sua tentazione.”

In questo racconto contenuto in The Last Temptation è coadiuvato dal disegnatore Michael Zulli capace di catturare appieno l’atmosfera che Gaiman vuole intessere e creare attorno al lettore e insieme di dare vita a quella che potremmo chiamare “la magia di Halloween” riuscendo a farlo con uno stile tutto suo, di cui parleremo meglio in seguito.

Come mai però anche Zulli sarebbe un narratore? Molto semplicemente perchè anche se non racconta la trama in quanto disegnatore della storia di David, contribuisce a raccontare la storia di The Last Temptation.

to the lowest level of hell.

Gaiman e Zulli raccontano insieme, anche se ognuno con un suo stile unico e da due punti di vista completamente diversi la storia di The Last Temptation o meglio, la storia dietro questo fumetto, ovvero quella della sua realizzazione.

Protagonista di questa storia non è The Last Temptation in sè, nè tantomeno Gaiman o Zulli, ma Alice Cooper che se nella storia di David è un Deus Ex Machina, un simbolo che diventa metafora e viceversa, in quella del making of è il vero protagonista; il personaggio di cui non si può fare a meno di non parlare.

Dance, dance my song all night long,

Zulli riesce a costruire la scenografia perfetta per permettere ai personaggi di muoversi seguendo i binari tracciati dall’inchiostro di Gaiman, mentre Cooper è il personaggio che vola sopra gli altri, metà Dio, metà Demone e tutt’uno con la sua leggenda e il suo ruolo nella cultura popolare.

La trama di The Last Temptation non è particolarmente complessa o sorprendente ma è raccontata con maestria e disegnata con abilità, riuscendo a consegnare al lettore qualcosa di godibile, coinvolgente e interessante, perfetto da leggere sotto Halloween o quando si cerca il brivido che solo le belle storie del terrore sanno dare.

Nella sua interezza The Last Temptation è una lettura praticamente obbligata per i fan di Alice Cooper, ma anche una piccola perla rock da scoprire e far scoprire ai lettori più adulti, certo, ma anche ai più giovani che sono più legati alla storia di David di quanto si possa credere.

The Last Temptation

19.90 Euro
The Last Temptation
7.8

Storia

7/10

Disegni, illustrazioni e cover

9/10

Caratterizzazione personaggi

6/10

Originalità

8/10

Godibilità e scorrevolezza

9/10

Pros

  • Comparto grafico solido e valorizzante per la trama.
  • Storia scorrevole, godibile e dai risvolti interessanti
  • Cover impressionanti e adatte alla storia
  • Contenuti extra arricchenti e interessanti, riguardanti anche la storia del progetto

Cons

  • Personaggi molto generici
  • Concept e plot fin troppo familiari

Altri articoli in Anteprime

Second Sight Vol. 1, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 novembre 2017

Dreaming Eagles, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella26 ottobre 2017

Replica: vol 1 – Transfer, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella18 ottobre 2017

Manifest Destiny Vol. 5, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella17 ottobre 2017

Punisher: The Platoon, le origini del punitore in Vietnam

Simone La Ganga13 ottobre 2017

Moon Knight: Entra in Marvel Legacy con la sua serie esclusiva

Simone La Ganga12 ottobre 2017