The Island – Recensione

BDQ: Boardgames di Qualità
Stefano Zappa
Stefano, classe 1984, è da sempre appassionato di romanzi fantasy, tra cui le opere del maestro Tolkien e George R. R. Martin. Scopre al liceo i wargame targati Games Workshop e inizia a dipingere miniature, arrivando ad ottenere diversi lavori su commissione. [..]

Stefano, classe 1984, è da sempre appassionato di romanzi fantasy, tra cui le opere del maestro Tolkien e George R. R. Martin. Scopre al liceo i wargame targati Games Workshop e inizia a dipingere miniature, arrivando ad ottenere diversi lavori su commissione. [..]

The Island è la riedizione di un gioco del 1982 ideato da Julian Courtland-Smith. È stato rilanciato con nuova grafica da Asmodee nel 2012 ed edito in italiano, anche se indipendente dalla lingua, da Asterion Press.

Come suggerisce lo stesso nome, la partita si svolge su un’isola che sta per affondare (in alcune versioni si tratta di Atlantide, ma poco importa ai fini del gioco). Ogni giocatore dovrà portare in salvo una serie di esploratori/abitanti attraversando un breve tratto di mare aperto per raggiungere le coste sicure.

  • Giocatori: da 2 a 4
  • Durata: 60 minuti
  • Età consigliata: dagli 8 anni in su
  • Prezzo: 39,90€ ma facilmente reperibile con sconti su diversi negozi online

COMPONENTI

Una volta aperta la scatola troviamo un tabellone suddiviso in caselle esagonali, rappresentante il mare aperto e 4 coste sicure ai 4 angoli. Ad esso si aggiungono 40 esagoni in cartone a doppia faccia e di diversi spessori a seconda del tipo di terreno raffigurato (spiaggia, foresta o montagna); sull’altra faccia è rappresentato un effetto di gioco. Ci sono quindi 40 pedine esploratore, 10 per ogni giocatore e con un numero da 1 a 6 stampato nella parte inferiore. Completano i componenti un dado creatura marina, 12 pedine barca, 5 pedine creatura marina, 6 pedine squalo e 5 pedine balena.

IL GIOCO IN BREVE

Anche in questo caso, essendo un titolo Asterion Press, il regolamento è disponibile gratuitamente online (http://site.asterionpress.com/giochi/theisland/THE_ISLAND_RULES_IT.pdf). Lo scopo del gioco è quello di portare in salvo il maggior numero di propri esploratori sulle porzioni di costa agli angoli della mappa. A inizio partita si posizionano casualmente gli esagoni terreno nella zona delimitata del tabellone e si mettono le pedine creatura marina nelle apposite caselle; poi, a turno, tutti i giocatori posizionano uno ad uno i propri omini sull’isola formata dagli esagoni terreno, facendo attenzione ai numeri stampati sotto di essi in quanto saranno i punti che si otterranno a fine partita se portati in salvo. Ogni turno si svolge seguendo queste azioni:

  • Giocare tessera terreno: si può giocare una tessera terreno precedentemente rimossa e si applicano gli effetti; non è possibile durante il primo turno di gioco.
  • Movimento: si hanno 3 punti movimento utilizzabili per muovere i propri esploratori o le barche. Gli esploratori possono essere caricati sulle barche per evitare i pericoli del mare aperto e per spostarsi più velocemente.
  • Rimuovere tessera terreno: si sceglie una tessera esagonale vicino ad una casella di mare e la si toglie dal tabellone. Se ci sono sopra esploratori finiscono in mare. La tessera viene conservata per poterne giocare gli effetti.
  • Tirare dado creatura marina: si tira il dado e si applicano gli effetti. Può far muovere le creature marine, gli squali o le balene, ognuna con le proprie caratteristiche
  • Creature marine = distruggono le barche e mangiano gli esploratori
  • Squali = mangiano gli esploratori solo se sono in acqua
  • Balene = distruggono le barche, facendo cadere in mare gli esploratori

La partita termina quando viene rimossa la tessera terreno che mostra sulla sua faccia nascosta un vulcano in eruzione. A quel punto tutti gli esploratori che non sono in salvo sono rimossi e si contano i punti in base ai numeri stampati sotto agli esploratori salvati. Vince chi ha il punteggio più alto.

COMMENTI

Il punto di forza del gioco è l’altissima interazione tra giocatori; si tenterà si prendere accordi con gli altri giocatori per evitare che si accaniscano sui vostri piccoli esploratori, ma alla fine quello che conta è salvarsi, quindi non ci sarà mai spazio per trattative. Il pregio del gioco può diventare un difetto se al tavolo avete persone che se la prendono e vogliono vincere a tutti i costi. The Island è un titolo semplicissimo, ma che permette un buon divertimento con la giusta compagnia. Le espansioni presentate qui sotto non aggiungono molto al titolo; l’unica che consiglio caldamente se avete un gruppo numeroso è quella che aumenta il numero di giocatori. L’isola sarà ancora più affollata e sarà più difficile portare in salvo gli esploratori, ma ne vale la pena.

ESPANSIONI

The Island ha la possibilità di essere ampliato con alcune mini-espansioni che aggiungono qualche elemento in più; sono tutte in inglese ma, essendo il gioco indipendente dalla lingua, sono compatibili con l’edizione italiana:

  • 5-6 Players = come indica il nome stesso si aggiunge la possibilità di giocare fino a 6 giocatori. L’espansione include le pedine di due colori diversi.
  • Giant Squid = introduce i calamari giganti che possono catturare le pedine anche sulla terraferma e sulle barche.
  • Dolphins and Dive Dice = introduce le pedine dei delfini e nuovi dadi colorati.

Altri articoli in BDQ: Boardgames di Qualità

Jamaica – Recensione

Stefano Zappa15 novembre 2016

Dungeons and Dragons: il gioco di ruolo entra nella Toy Hall of Fame

Angelo Tartarella13 novembre 2016

Star Wars: X-Wing – Recensione

Stefano Zappa8 novembre 2016

Jungle Speed – Recensione

Stefano Zappa1 novembre 2016

Cosmic Encounter – Recensione

Stefano Zappa25 ottobre 2016

Il Trono Di Spade – Recensione

Stefano Zappa18 ottobre 2016