The Elder Scrools Oblivion – I 5 motivi per cui è meglio di Skyrim

Speciali
Roberta Galluzzo
Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

In occasione del quinto compleanno del gioco The Elder Scrools V – Skyrim, il web journalist Christopher Livington ha pubblicato sulla piattaforma PCGAMER un articolo in cui elenca 5 motivi per cui il quarto capitolo della famosa saga videoludica, Oblivion, sarebbe migliore del successivo. Eccoli di seguito:

1) Le questlines delle gilde

Le storie delle Gilde in Skyrim sono belle, avventurose e divertenti, ma sono assolutamente pallide in confronto a quelle OblivionOblivion aveva delle questline della Gilda dei Combattenti con tanto di guerra con i Goblin; la storia della Gilda dei maghi era piena di intrighi, negromanti, e una sorprendente quantità di distruzione; le quest della Gilda dei Ladri culminavano nel furto emozionante di un’Antica Pergamena dal profondo all’interno del Palazzo Imperiale.

oblivion

La migliore, naturalmente, è stata la questline della Confraternita Oscura. Bastava fare un pisolino dopo aver ucciso qualcuno che forse non lo meritava per essere presi e portati in un campo di reclutamento da un membro della Fratellanza, Lucien Lachance. Partecipare alla gilda significava essere mandati ad uccidere una serie di obbiettivi specifici.

La storia include anche una missione incredibile in cui occorre intrufolarsi ad una festa dove addirittura bisogna eliminare tutti i presenti, con l’obiettivo bonus di assicurarsi che nessuno mai capisca chi sia l’assassino. È possibile addirittura parlare con i propri obiettivi, scoprire i modi migliori per isolarli dal resto degli ospiti, e farli fuori uno per uno, deviando sempre i sospetti altrove. Si può addirittura convincere uno dei due ospiti rimanenti ad uccidere l’altro, rendendo il lavoro molto più facile. Brillante, divertente, sanguinante.

Un altro fattore interessantissimo di queste questlines è che attraverso una serie di assassinii, Lucien apparirà improvvisamente per chiedere cosa diavolo ha fatto il giocatore. Scopriamo così che le istruzioni erano state sostituite da un intruso, e abbiamo effettivamente trascorso le ultime missioni ad uccidere membri della Confraternita!

Un personaggio finisce per essere accusato per gli omicidi, venendo torturato e appeso come un quarto di bue, e anche parzialmente mangiato. E’ un momento davvero sconvolgente nel vederlo appeso nudo, morto e mutilato.

oblivion

2) Incantesimi

Forse per snellire Skyrim,alcune delle complessità di Oblivion sono state lasciate indietro. In particolare, la capacità del mestiere magico. Ad esempio è possibile usare un altare di Spellmaking aperto in un riquadro in cui si può selezionare gli effetti magici e serve anche per creare incantesimi personalizzati.

C’è anche la possibilità di impostare l’intervallo della magia, l’area d’effetto e la durata, i cui parametri sono stati determinati dal costo della Magicka e il vostro livello di abilità. Si può dunque mescolare e combinare effetti, impilare incantesimi, e anche dare loro un nome. E ‘indubbiamente una caratteristica fantastica, e la sua assenza in Skyrim si sente particolarmente.

oblivion

3) I Daedra sono meglio dei draghi

La trama principale di Oblivion non è particolarmente lunga. Sì parla di chiudere l’uno dopo l’altro i cancelli dell’Oblivion. Ma combattere i Daedra in Oblivion è ancora meglio di combattere la sfilata senza fine e francamente noiosa dei draghi di Skyrim.

oblivion

La prima volta che si vede un drago in Skyrim, è molto bello. La prima volta che si combatte uno, è estremamente eccitante. Poi si combatte un’altra. Poi un altro. Alla fine diventa noioso, e poi semplicemente un fastidio.

I Daedra non piombano su di noi quando siamo a caccia di un cervo o camminiamo per la città o raccogliamo radici di Nirn da un fiume. Inoltre in Oblivion c’è il valore aggiunto dello scoprire gli agenti della Mitica Alba tra dei comuni cittadini.

4) Espansioni

In questo c’è quasi un pareggio, rispetto ad Oblivion le espansioni di Skyrim erano un miscuglio: Dawnguard ci ha dato la possibilità di diventare un lord vampiro, ma non ha fornito un minimo di avventura, Hearthfire consente di costruire una casa, ma la costruzione di soli quattro insediamenti non è molto divertente. Dragonborn è il più bello, anche se il punto più acclamato del cavalcare un drago è stata una grande delusione visto che non permetteva nessun vero spazio di manovra.

Le espansioni di Oblivion sono Knights of the Nine, che non è molto esteso, ma ha una bellissima quest principale, e Shivering Isles, che ha fornito un paio di dozzine di ore di emozionanti e bizzarre avventure  incontrando il Principe Daedrico della follia, diventando il suo campione, e alla fine indossando la sua corona. La maggior parte del resto dei DLC di Oblivion era indubbiamente dimenticabili, ma il rasoio di Mehrues Dagon spiccava clamorosamente.

5) Ridimensionamento dei Nemici

Molti giocatori non sono molto interessati ai nemici in Oblivion o in Skyrim. Ma c’è una certa soddisfazione nell’essere immensamente potente e poter spazzare via decine di nemici, gli stessi nemici che hanno creato ostacoli in precedenza. E ‘un premio per il progresso: quegli scheletri che creavano problemi nel combattimento ad un principiante ora vanno in frantumi.

Oblivion non ha mai funzionato in questo modo. A livelli bassi, si potrebbe affrontare un bandito disperato che indossa solo stracci, o essere attaccato da una coppia di lupi. Una volta che hai guadagnato alcuni livelli, il bandito indosserà un equipaggiamento migliore e lupi saranno stati sostituiti da cinghiali molto più grossi e cattivi. Guadagniamo ancora più livelli e il ladro sarà addobbato in armatura di vetro costosa e i cinghiali saranno ora temibili leoni di montagna. Non abbiamo mai avuto la possibilità di falciare dei semplici scheletri una volta arrivati ai livelli più alti, perché quegli scheletri diventavano a loro volta spettri di alto livello e lich.

Il lato positivo in tutto ciò si trova nella immensa libertà che il gioco dà nel momento in cui si finisce il tutorial. Si può viaggiare in qualsiasi punto della mappa e trovare sempre una sfida adeguata. Non bisogna preoccuparsi di essere sventrati in un battito cardiaco solo perché siamo di livello 2 e siamo finiti in una zona con livello di mostri 20. Il mondo è libero di farsi esplorare, ogni pollice di esso, fin dall’inizio. Meno realistico? Meno coinvolgente? Sì, forse è così. Ma questo può rendere ogni partita variegata e divertente e, soprattutto, senza limiti.

oblivion

Bonus del sesto motivo

Fai finta di odiarlo, ma lo ami e ti manca. Quindi torna in camera e inizia a giocare a Oblivion. Ti starà aspettando!

Altri articoli in Speciali

Sotto il segno del Pixel – i giochi più attesi di Agosto 2017

Lorenzo Prattico2 agosto 2017

Perché la Niantic odia Pokémon GO?

Lorenzo Prattico26 luglio 2017
aesvi Associazione Editori Sviluppatori Vidieogiochi Italiani

AESVI – l’associazione che da un senso di identità al mondo italiano dei videogiochi

Alessandro d'Amito8 luglio 2017

Perché ci piace tanto il retrogaming

Gerardo Americo6 luglio 2017

Speciale saldi Steam – Le migliori avventure grafiche

Gerardo Americo28 giugno 2017
Beyond Good and Evil 2

Beyond Good and Evil 2 – Sarà collegato al primo capitolo? Certo che si!

Giuseppe Barbieri27 giugno 2017