News
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Sia “Stranger Things” che il “Saturday Night Live” sono due programmi molto noti della televisione americana, il primo è una serie presto divenuta celebre e di punta prodotta da Netflix, canale online che ha prodotto tante altre serie di successo come “House of Cards“, “Daredevil” e “Luke Cage“, il secondo è un programma comico, ormai in onda dal 1975, che ha lanciato tanti personaggi, sia nel senso di attori, attrici e comici, sia nel senso di personaggi che hanno poi avuto film loro e sono diventati personaggi della cultura popolare.

Il Saturday Night Live è un programma che funziona a sketch, divertenti, interpretati in diretta e con temi sempre abbastanza attuali, non sorprende perciò che gli autori del programma abbiano scritto uno sketch proprio su ” Stranger Things“. Lo sketch, che potete vedere subito si seguito, si propone come uno sneak peak della seconda stagione di “Stranger Things” offerto dai due autori della serie, Matt e Ross Duffer, che vuole, oltre a pubblicizzare la nuova stagione, dare risposta ad uno dei maggiori misteri di “Stranger Things“: dove sono i genitori di Lucas Sinclair, l’unico membro di colore del gruppo?

E’ infatti strano, una volta che ci si fa caso, che non si siano mostrati i genitori di questo personaggio quando, in questa particolare serie, il ruolo interpretato dalle famiglie dei ragazzi protagonisti è fondamentale. Uno sketch questo che, volente e nolente, va a toccare il purtroppo mai risolto problema della visibilità degli afroamericani nella televisione ‘made in USA, visibilità che per l’appunto sembra essere sempre molto inferiore a quella dei bianchi.

Alcuni fan più attenti della serie potrebbero far notare che effettivamente il padre di Lucas, interpretato da Bradford Haynes, viene mostrato per un breve momento, ma quello che gli autori di SNL vogliono dire è che i fratelli Duffer dovrebbero pensare anche ad una Signora Sinclair, oltre che a dare un ruolo più centrale alla coppia.

Nel video inoltre i signori Sinclair fanno più di un riferimento agli attuali problemi della comunità nera negli Stati Uniti, un problema derivato dal razzismo verso i membri di questa comunità, una questione che affligge la gente di colore e l’America in particolare da ben prima degli anni ottanta, dove è ambientata “Stranger Things “.

Altri articoli in News

Signore degli Anelli

Amazon produrrà la serie sul Signore degli Anelli!

Luca Paura13 novembre 2017

Iron Fist: iniziano le riprese della seconda stagione

Federico Marsili10 novembre 2017
stranger things 3

Stranger Things 3 – La nuova stagione avrà un altro salto temporale

Roberta Galluzzo8 novembre 2017
stranger things

Stranger Things – Gli autori accusati per un bacio improvvisato sul set

Roberta Galluzzo8 novembre 2017
stranger things

Stranger Things – Un protagonista sarebbe già dovuto morire

Roberta Galluzzo6 novembre 2017

[Feltrinelli Comics] Annunciati i primi titoli al Lucca Comics 2017

Ignazio Chinnici4 novembre 2017