Star Wars Episodio VIII: Adam Driver continua a spoilerare

Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino e Matera. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino e Matera. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Era settembre quando Adam Driver, l’attore che ne Star Wars VII: Il risveglio della forza interpretava Kylo Ren, si era lanciato, durante un intervista, in dichiarazioni che avevano lasciato perplessi molti fan. Driver aveva detto: “È fantastico. E’ simile a L’Impero colpisce ancora, nel senso che, proprio come quello, ha un tono diverso. Per la gente potrà sembrare un po’ cupo, ma non credo che lo sarà necessariamente. Avrà solo un tono diverso e credo che questo sia necessario, ma avrà anche dei toni più luminosi. C’è fiducia nel fatto che il pubblico sia pronto per le sfumature e le ambiguità. Non viene sottovalutato nessun aspetto e questo ha reso molto divertente recitare nel film.”. 

All’uscita dell’Episodio VII lo scorso Dicembre, molti fan avevano trovato diversi parallelismi tra l’episodio che veniva proiettato sul grande schermo e l’ Episodio IV: Una Nuova Speranza, e ciò a molti non era piaciuto. E quindi come avrebbero potuto piacere le dichiarazioni di Driver? Proprio per questo motivo (e per le tantissime e pesanti polemiche alimentate dalle sue dichiarazioni) l’attore ha deciso oggi di chiarire le sue posizioni in merito alle dichiarazioni del mese scorso. Egli ha dichiarato “Non volevo dire che sarà cupo. Quello che ho detto è che il tono sarebbe stato diverso. Per quanto riguarda L’impero colpisce ancora, lo stavo solo usando come esempio per dire che anch’esso ha rappresentato un cambiamento. Semplicemente, quando ho letto la sceneggiatura, non era quello che mi aspettavo, ad ogni modo.”

Nonostante ciò, c’è ancora qualcuno che continua a sostenere che il tono della pellicola non sarà dei più luminosi. Un esempio ne è Oscar Isaac, che ha detto a Rolling Stone che il film è un “secondo capitolo oscuro, ma non davvero buio.”. La dichiarazione sembra essere paradossale e, infatti, i fan sembrano essere rimasti piuttosto confusi in proposito.

Star Wars: Episodio VIII uscirà nelle sale il 15 dicembre 2017, quindi ci tocca aspettare più di un anno per iniziare a capirci qualcosa.

Altri articoli in Cinema

Fox: James Franco sarà l’Uomo Multiplo!

Alessio Lonigro17 novembre 2017

Star Wars – Gli ultimi Jedi: il commento di Rian Johnson per rassicurare i fan

Annamaria Rizzo17 novembre 2017
Flashpoint

Flashpoint – Ezra Miller parla dell’impatto del film sull’universo DC

Luca Paura17 novembre 2017

Il sequel di Animali Fantastici ha un titolo e una prima immagine ufficiale

Matteo Ivaldi16 novembre 2017

Auguri per la tua morte, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella16 novembre 2017

Marvel Studios: Kevin Feige parla dei prossimi film

Alessio Lonigro15 novembre 2017