Star Wars Battlefront 2: abbiamo provato in anteprima il titolo alla Milan Games Week

Anteprime
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Durante la Milan Games Week 2017 abbiamo avuto l’occasione di provare con mano una delle nuove modalità presenti nel promettente Star Wars Battlefront 2: parliamo di Caccia Stellari All’Assalto, tanto presentata nei trailer e nei vari gameplay mostrati, che ci permetterà finalmente di vivere le battaglie spaziali.

Questa modalità è pensata per ben 24 giocatori, 12 con la squadra imperiale e 12 con quella ribelle, e rappresenta una versione più evoluta, e sinceramente migliore, della modalità Squadrone di Caccia del primo capitolo.

Le battaglie ora sono più coinvolgenti, ricche di momenti interessanti e anche indimenticabili, immerse totalmente nello spazio senza il limite del terreno.

Nella nostra prova ci siamo ritrovati nella squadra imperiale a difendere il nostro Star Destroyer dagli attacchi dei testardi Ribelli (che hanno perso). Le due squadre hanno ovviamente obiettivi diversi, con i Ribelli che si sono trovati prima a dover distruggere gli scudi della nave e poi attaccarla per eliminarla del tutto, mentre l’Impero doveva contrastare gli attacchi.

Ci è stato possibile scegliere tra tre caccia per squadrone, ognuno con caratteristiche diverse l’uno dall’altro: dal veloce ma non troppo potente Ala-A al corazzato e lento TIE-Bomber, nuova introduzione che può causare tantissimi danni grazie ai suoi numerosi missili.

Abbiamo trovato l’esperienza un po’ più “da esperti”, e quindi più appagante, rispetto al passato: infatti ora per le manovre evasive non ci sarà un tasto apposito ma bisognerà svolgerle manualmente. Lo zoom delle navi per prendere la mira è sicuramente utile ma forse un po’ troppo accentuato, quindi falsa la percezione della reale distanza dal nemico.

Sono presenti le nave leggendari come il Millennium Falcon, la Scimitar di Darth Maul o il caccia Ala-X di Poe Dameron. Dal punto di vista visivo questa battaglie sono un vero spettacolo, fatta eccezione per qualche esplosione troppo accentuata e non realistica.

La nostra impressione quindi è stata positiva e attendiamo un gioco divertente e appagante, con un lato tecnico convincente il doppio di quanto visto con il primo capitolo e con una buona varietà di contenuti.

Aspettiamo trepidanti il 17 Novembre per avere la versione completa di Star Wars Battlefront 2.

Altri articoli in Anteprime

Dauntless – Closed Beta, le prime impressioni

Federico Peres15 ottobre 2017

LEGO Ninjago Il Film: Videogame, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 ottobre 2017

Far Cry 5: la prova del nuovo e atteso capitolo della serie Ubisoft

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

South Park Scontri Di-Retti: la nostra prova alla MGW 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Detroit Become Human: provato il titolo di Quantic Dream alla MilanGamesWeek 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Project Octopath Traveler – Provato il nuovo JRPG di Square Enix

Riccardo Cantù15 settembre 2017