South Park Scontri Di-Retti: la nostra prova alla MGW 2017

Anteprime
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Abbiamo avuto la possibilità di effettuare una breve prova dell’irriverente South Park Scontri Di-Retti, e possiamo già dirvi che è stato divertentissimo.

Chi conosce la serie e chi ha giocato al precedente South Park: Il Bastone della Verità, sa bene della nota satirica e volgare che pervadono queste produzione e in questo nuovo gioco sono ovviamente presenti, e forse in maniera ancora più marcata. Vediamo come è andata la nostra prova.

Prendiamo il pad alla mano e ci troviamo nel bagno di casa del nostro personaggio. Possiamo interagire con l’ambiente e la prima cosa che abbiamo provato a fare, è stata quella di sederci sul water: abbiamo così liberato l’intestino del nostro protagonista tramite un piccolo e simpatico minigioco. Siamo poi andati un po’ in giro per casa e abbiamo notato che il loot è presente in maniera corposa, con tanti oggetti differenti che possiamo trovare dentro ai cassetti, negli armadi, nei cestini…

Interpretiamo dei bambini e quindi come tali andiamo fuori casa a giocare con i nostri amici: ci ritroviamo in un ambiente urbano dove partiamo con un piccolo tutorial sul sistema di combattimento che rappresenta una della maggiori novità in questo secondo capitolo.

In South Park Scontri Di-Retti viene mantenuta la struttura a turni, già punto forte di “Il Bastone della Verità”, ma viene riproposto in maniera differente. Abbiamo infatti la possibilità di muovere il nostro personaggio  sul campo di battaglia sfruttando una griglia, il tutto per rendere gli scontri più dinamici. Ogni membro del nostro gruppo può scegliere tra quattro diversi attacchi e man mano che subiamo e diamo colpi si carica una barra che ci permetterà di fare una mossa speciale, diversa per ogni personaggio.

Il bello è che i bambini giocano in mezzo alla strada, creandosi il loro mondo alternativo e immergendosi nel gioco immaginario, però si trovano comunque nel mondo reale e si troveranno a interagire con esso. Per esempio mentre giochiamo passerà una macchina col conducente giustamente seccato, e i bambini saranno costretti a spostare il loro scenario di gioco.

Ovviamente il divertimento deriva da situazioni bizzarre, battute pungenti e volgarità che rappresentano, come al solito una scelta rischiosa, perché questo stile non piace a tutti, ma noi lo abbiamo adorato.

Per quanto riguarda il lato tecnico non c’è molto da specificare: i cali di frame rate sono assenti, le ambientazioni sono fedeli alla serie e ricche di segreti e il comparto sonoro è soddisfacente sia per il doppiaggio che per i suoni (in particolari quelli dei peti!)

Manca ormai poco all’uscita di South Park Scontri Di-Retti, che sarà disponibile a partire dal 17 Ottobre su Playstation 4, Xbox One e PC, e noi davvero non vediamo l’ora di poter vivere per intero questa avventura bizzarra e pungente in pieno stile South Park!

Altri articoli in Anteprime

Dauntless – Closed Beta, le prime impressioni

Federico Peres15 ottobre 2017

LEGO Ninjago Il Film: Videogame, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 ottobre 2017

Star Wars Battlefront 2: abbiamo provato in anteprima il titolo alla Milan Games Week

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Far Cry 5: la prova del nuovo e atteso capitolo della serie Ubisoft

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Detroit Become Human: provato il titolo di Quantic Dream alla MilanGamesWeek 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Project Octopath Traveler – Provato il nuovo JRPG di Square Enix

Riccardo Cantù15 settembre 2017