SNES Classic Mini hackerato. Caricate inoltre alcune ROM

News
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

All’uscita del NES Mini, fin da subito ci sono stati tentativi (anche riusciti) di aggiungere giochi alla libreria dei titoli presenti ufficialmente; la stessa cosa è accaduta col recente SNES Classic Mini, nuovo piccolo gioiellino di casa Nintendo che è uscito il 29 Settembre e ha catturato innumerevoli giocatori nostalgici e non.

Sappiamo che questa nuova console in versione mini, monta lo stesso hardware di NES Classic Mini, ed essendoci riusciti con quest’ultimo è ovvio sarebbe stata solo questione di tempo che avvenisse anche per lo SNES Mini.

Ancora una volta è l’hacker russo Alexey ‘Cluster’ Avdyukhin che tenta questa (illegale) impresa. Starebbe utilizzano il software “hakchi2” per aggirare il sistema con maggiore facilità e sembra che abbia già avuto l’occasione di inserire alla console anche il fantastico Chrono Trigger.

Si tratta comunque di un procedimento ancora poco sicuro e non facile in quanto potrebbe compromettere il funzionamento del sistema, necessita di test ed affinamenti ed inoltre Cluster starebbe ancora capendo come e quali ROM far girare sull’hardware.

Molti quindi si stanno cimentando in questa pratica, per riuscire a giocare molti dei grandi titoli del passato, ma vogliamo ricordare e sottolineare che si tratta di qualcosa di illegale e che vi consigliamo di non imitare, evitando quindi i vari tutorial al fine di modificare il vostro SNES Classic Mini.

Infine crediamo che se Nintendo ha ideato la console in questo modo, trattandosi appunto di un oggetto per i nostalgici e sostanzialmente da collezione, non pensiamo sia corretto andarne a modificare la natura.

Altri articoli in News

Warner Bros. crea la prima Escape Room a tema Tomb Raider

Carmen Graziano23 febbraio 2018

Hokuto Ga Gotoku riceve una demo sul Playstation Store giapponese

Antonio Salvatore Bosco22 febbraio 2018

Super Mario Odyssey si aggiorna introducendo la Caccia al Palloncino

Francesco Damiani22 febbraio 2018

Assassin’s Creed Origins: nel Discovery Tour è censurato il nudo artistico

Antonio Salvatore Bosco22 febbraio 2018

Pokémon su Switch: le immagini trapelate sugli starter sono false

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018

[RUMOR] Pokémon su Switch: ecco i possibili Starter di ottava generazione

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018