News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Annunciato improvvisamente durante la scorsa conferenza E3, facendo sobbalzare il pubblico, il remake di Shadow Of The Colossus torna a farsi sentire durante il Tokyo Game Show.

Lanciato per la prima volta il 18 Ottobre del lontano 2005 da Japan Studio, l’opera di Fumito Ueda (padre di ICO e del recente The Last Guardian) non ha mai smesso di palesarsi nella mente dei giocatori nostalgici.

Shadow of The Colossus

Il nuovo trailer, che troverete in testata, proporrà scenari familiari agli occhi di chi lo avrà già giocato 12 anni prima.

Il titolo, sviluppato stavolta da Bluepoint Games, verrà lanciato nel corso del 2018 come esclusiva Playstation 4, come giusto che sia.

Il gioco sembrerebbe prevedere anche una rivisitazione tecnica e meccanica dei comandi, senza però storcere il prodotto originale.

UN’ AVVENTURA TOCCANTE ED INCREDIBILE

Wander, giovane ragazzo che attraversando lande cupe e prive di vita insieme al suo fedele cavallo Agro, si ritroverà a passare sopra un lungo ed infinito ponte, senza sapere dove lo condurrà.

Il giovane finirà in un tempio dimenticato che custodirà il corpo di una giovane ragazza dall’aspetto sereno ma dormiente.

Grazie ad un entità sconosciuta, che parlerà al ragazzo, si verrà a sapere che la giovane è stata sacrificata per il suo “destino maledetto”.

Shadow of the Colossus

Dormin, l’entità che risiede nel tempio, proporrà a Wander una possibilità per restituire la vita alla giovane donna, di nome Mono.

La voce spirituale gli suggerirà di abbattere gli idoli che caratterizzano gli ornamenti di quel tempio, ma per farlo dovrà uccidere le loro reincarnazioni.

La sfortuna di Wander sarà quella di avere a che fare con delle bestie dalle dimensioni colossali, e dovrà fare numerose peripezie per sconfiggerle.

Altri articoli in News

Dead By Daylight : arriva Jigsaw

Giulio Bultrini19 gennaio 2018
Harry Potter: Hogwarts Mystery

Online il primo trailer di Harry Potter: Hogwarts Mystery

Veronica Fontana18 gennaio 2018

Overwatch, ecco alcune skin che arriveranno la prossima settimana

Chiara Parisi18 gennaio 2018

La FoxtNext acquista la Cold Iron Studios per un titolo dedicato ad Alien

Francesco Damiani18 gennaio 2018

Nintendo Labo: la nuova esperienza interattiva per la Switch

Francesco Damiani18 gennaio 2018

Gamestop: Annunciata la Stone Mason Edition di God Of War

Francesco Damiani17 gennaio 2018