Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Matera dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma e Dublino. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia alle superiori, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Matera dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma e Dublino. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia alle superiori, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Fin dal mese scorso, quando Ryan Reynolds ha perso per poco un Golden Globe, è stato inserito nella lista di un altro prestigioso premio: Uomo dell’Anno secondo Hasty Pudding Theatricals dell’università di Harvard. Questa è la compagnia teatrale più antica degli Stati Uniti, ed è stata fondata nel 1795. Hasty Pudding Theatricals elegge annualmente l’uomo dell’anno dal 1963 (e la donna dell’anno già dal 1951).

ryan-reynolds-1

Quest’anno, la compagnia di comici di Harvard ha scelto proprio Ryan Reynolds “Per essere un attore talentuoso e diverso, che riesce a passare da un genere all’altro in maniera semplice e naturale, catturando l’attenzione  dello spettatore che non può fare a meno di volere ancora performance del genere”. Ryan Reynolds però non ha solo dovuto ritirare il premio. Sicuramente la cerimonia di premiazione che si è svolta venerdì sera non è convenzionalmente “accademica” e di certo non è una serata di gala. L’atmosfera era molto rilassata e, soprattutto, molto divertente. La performance ha visto coinvolti anche giovani attori dell’università.

C3ykGuPWIAA_i6X

Vi invitiamo a guardare il video che trovate in alto all’articolo e godere ancora una volta dello strepitoso talento e della grandissima autoironia di Ryan Reynolds. Buona Visione!

Altri articoli in Cinema

Kevin Smith donerà in beneficenza tutti gli introiti dei suoi film prodotti da Weinstein

Giorgio Paolo Campi18 ottobre 2017

Venom: Jacob Batalon lo vorrebbe nel sequel di Homecoming

Alessio Lonigro18 ottobre 2017

Marvel Studios: Frank Grillo torna a parlare di Crossbones

Alessio Lonigro17 ottobre 2017
Han Solo

Han Solo: A Star Wars story – Il nuovo Spin-off in arrivo!

Roberta Galluzzo17 ottobre 2017

[Rumor] Venom: si amplia il cast dello spin-off di Spider-man

Simone La Ganga17 ottobre 2017

Gambit – Una costumista da Oscar si unisce alla produzione

Giorgio Paolo Campi17 ottobre 2017