Robert De Niro ritira il Chaplin Award della Film Society del Lincoln Center e parla delle sue commedie

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Robert De Niro è uno dei più grandi attori viventi, non solo per i grandi ruoli che ha interprato e che ha contribuito a far diventare tanto iconici, nel mondo del cinema drammatico, ma anche e soprattutto perchè il suo modo di recitare e di interfacciarsi con i suoi personaggi ha fatto storia e scuola.

Recentemente Robert De Niro ha ritirato un altro premio il Chaplin Award, il premio della Film Society del Lincoln Center. In questa occasione De Niro ne ha approffittato per rilasciare una breve ma efficace dichiarazione circa il suo lavoro, palrando di come questo premio aiutasse a mettere tutto in prospettiva, anche la recezione della critica ufficiale.

“Voi state supportando lo slapstick di Charlie Chaplin, il grande lavoro di [ospiti come] Marty Scorsese e Barry Levinson, le ‘stupide commedie’ di Robert De Niro, le ‘sopravvalutate performance’ di Meryl Streep e i vostri stessi gusti e bisogni. Io non faccio film per le elitè liberali ricche. Ho già i miei ristoranti per quello.”

Il commento di De Niro ha più di un merito, oltre a chiarire di non essersi pentito di aver girato quelle commedie che lo hanno fatto scontrare con la critica. De Niro è infatti riuscito, in una sola dichiarazione a fare quello e a difendere Meryl Streep così come a complimentarsi con dei grandi artisti come Charlie Chaplin, Martin Scorsese e Barry Levinson.

Robert De Niro è sicuramente uno degli attori che ha più praticità con l’essere alternativamente acclamato e aspramente criticato dalla critica, solo nell’ultimo anno si è trovato ad essere acclamato per il suo ruolo e la sua recitazione ne Il Lato Positivo, per poi essere messo quasi alla berlina per la sua partecipazione al film Nonno Scatenato. Stessa reazione che aveva ricevuto la trilogia di Ti Presento i Miei, Mi presenti i Tuoi e Vi Presento i Nostri.

Più di ogni altra cosa comunque, quello che la citazione di Robert De Niro alla premiazione (riportata da Page Six) illustra è che il movie business è davvero duro, è che l’acclamazione della critica è qualcosa di volatile e poco serio. Per molte persone, Meryl Streep è la più grande attrice della sua generazione. Per altri è “sopravvalutata“.

Altri articoli in Cinema

Avengers: Infinity War – Karen Gillan spiega l’assenza di Nebula nel trailer

Alessio Lonigro12 dicembre 2017

Coco: il film Pixar conquista il box office!

Annamaria Rizzo11 dicembre 2017

Avengers 4: Sebastian Stan rivela la possibile data di fine riprese del film!

Alessio Lonigro11 dicembre 2017

Shape of Water: a rischio la vita di Guillermo del Toro

Annamaria Rizzo11 dicembre 2017
ready player one

Ready Player One – In arrivo il romanzo sequel di Ernest Cline

Roberta Galluzzo11 dicembre 2017

Golden Globes 2018: ecco la lista completa delle nominations!

Federica Vacca11 dicembre 2017