News

Resident Evil 7: gli sviluppatori si aprono un po’

News
Maria Elena Sirio
Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Dopo la Demo di Resident Evil 7, che ha letteralmente diviso il pubblico di videogiocatori, la curiosità riguardo a questo nuovo capitolo della saga è aumentata a dismisura.

A soddisfarne una piccola parte è stata un’intervista a due developer del titolo, Masachika Kawata e Koshi Nakanishi, pubblicata oggi sul sito ufficiale Capcom. Al suo interno verrebbero spiegate alcune delle scelte dietro allo sviluppo del titolo. Le loro parole potrebbero essere riassunte identificando i punti più salienti:

  • La demo è servita esclusivamente per dare un’idea dell’atmosfera che regnerà nel gioco, ma non sarà presente al suo interno;
  • In Resident Evil 7 torneranno paura, esplorazione, risoluzione di enigmi e combattimento contro i nemici, ma anche gestione di risorse;
  • L’obbiettivo del titolo è quello di far ritornare le stesse paure provate nel 1996;
  • Gli sviluppatori sono rimasti immediatamente colpiti e soddisfatti dalla visuale in prima persona, che è molto più immersiva e aiuta a creare la sensazione di inquietudine;
  • Il gioco sfrutta un nuovo motore grafico Capcom;
  • La sensazione di terrore e impotenza sarà data anche dal fatto che non interpreteremo un personaggio preparato a fronteggiare ciò che sta succedendo (come nei capitoli precedenti), ma una persona comune, bloccata in una situazione sicuramente lontana dalla normalità;
  • Il nuovo capitolo, anche se dalla demo non si direbbe mai, sarà il seguito dei precedenti. Gli sviluppatori vogliono stimolare i videogiocatori a cercare di capire come i vari titoli siano legati;
  • Per dare al gioco un’atmosfera ancora più particolare, Capcom ha deciso di inserire non solo le VHS (come visto nella demo), ma anche audiocassette;
  • Anche per VR i contenuti del titolo saranno gli stessi e verranno ottimizzati per il dispositivo;
  • L’ambientazione scelta per la demo, una piccola casa fatiscente, serviva per creare nuovamente atmosfera e paura, ma anche perché in un ambiente del genere (non enorme) si sono potuti concentrare molto di più sui dettagli;
  • Nel titolo non saranno presenti Quick Time Event, eventi soprannaturali, occulti o fantasmi;

Venire a conoscenza di questi dettagli porta a sperare che arrivi in fretta il 27 gennaio, quando RE 7 uscirà su Playstation 4, Xbox One e PC.

Altri articoli in News

Evento Nintendo speciale previsto per le 23:00 di questa sera

Francesco Damiani17 gennaio 2018

Scribblenauts, Warner Bros annuncia il ritorno della serie per il 2018

Chiara Parisi17 gennaio 2018

PS4 PRO: La Limited Edition di Monster Hunter World arriverà in Europa

Francesco Damiani16 gennaio 2018

Monster Hunter World: Tutte le novità sulla terza Open Beta

Francesco Damiani16 gennaio 2018

Sony apre le iscrizioni alla beta del prossimo firmware PS4

Chiara Parisi16 gennaio 2018

Ex dipendenti di Quantic Dream denunciano omofobia e razzismo

Veronica Fontana15 gennaio 2018