NIOH - GIOCHIAMO ALL'ACTION RPG RILASCIATO DA TEAM NINJA! | OGGI alle 16:00

LA SERIE SERIA MA NON TROPPO. NON CHIEDETE CHE SI OFFENDE, È SENSIBILE!

Prey – le nostre impressioni dopo la prima ora di gioco

Anteprime
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Ci separa ormai soltanto una settimana dall’uscita dell’atteso Prey, titolo sviluppato da Arkane Studios e pubblicato da Bethesda Softworks. reboot dell’originale titolo uscito nel 2006.

Bethesda però ci dà la possibilità di assaggiare il gioco in uscita il 5 Maggio, portandoci a bordo della Talos I nel corso della prima ora di gioco. Vediamo quindi quali sono le premesse di questa nuova avventura ideata dai creatori di Dishonored.

prey demo ps4 chiave inglese

La trama di Prey

Avviamo la demo e innanzitutto ci troviamo a dover scegliere se giocare con la controparte femminile o maschile del personaggio principale, Morgan Yu. Effettuata la nostra scelta verremo catapultati all’interno della stazione spaziale Talos I e precisamente nella stanza del nostro protagonista. Ci risvegliamo il giorno 15 Marzo 2032. Indossiamo la nostra tuta e ci apprestiamo a fare alcuni test di cui uno particolarmente ci ha coinvolti dal punto di vista morale, che non specificheremo per non rovinarvi la sorpresa.

Nel corso dei nostri test, però, la base viene attaccata da delle misteriose creature di color nero, i cosiddetti alieni Typhon, che cominciano a uccidere tutto il personale della stazione. Noi veniamo aiutati dal misterioso January, che ci guida aiutandoci a capire cosa sta realmente accadendo. Non vi sveliamo altro ma vi diciamo che già nella prima ora avremo qualche colpo di scena decisamente interessante e inaspettato.

I personaggi che incontriamo, infatti, appaiono essere molto enigmatici e sicuramente scopriremo le loro intenzioni col procedere della storia. Già dall’inizio capiamo che si tratta di una trama che andrà scoperta e questo ci ha davvero intrigato.

Meccaniche e gameplay

Passando al gameplay è evidente come vi siano meccaniche molto simili a quelle di Dishonored, principalmente per ciò che riguarda il crafting. Potremo infatti interagire e raccogliere quasi ogni oggetto e porlo nel nostro inventario.

Oltre a raccogliere oggetti, potremo anche acquisire informazioni leggendo qualche estratto da libri che troviamo nelle varie stanze, lettere, post-it e mail. L’interazione coi computer sarà infatti importante: troveremo informazioni extra e potremo anche vedere video che andranno a districare la trama.

Per quanto riguarda le armi ne abbiamo potute provare di quattro tipi:

  • Chiave inglese: ci sarà utile negli scontri corpo a corpo provocando danni ai nemici. Andrà a sfruttare la stessa barra dell’energia usata dai salti e dagli scatti
  • Pistola silenziata: utile per le fasi stealth, anche se per ora ci sono sembrate davvero limitate
  • Fucile a pompa: assolutamente letale e il suo attacco dà veramente molta soddisfazione (vedere i Typhon che scoppiano in aria è entusiasmante).
  • Cannone Gloo: l’arma più innovativa tra quelle citate e anche la più divertente da utilizzare. Questo strumento è in grado di pietrificare i nemici, fermare incendi e può anche creare dei percorsi aerei.

Le armi potranno poi essere potenziate, andando a modificare il danno che posso provocare, la capacità del caricatore e il raggio d’azione. Il sistema di shooting, in particolare la mira, ci è però sembrato piuttosto legnoso e impreciso, il che è davvero un peccato. Aspettiamo di vedere come si evolve questo aspetto.

Altro elemento molto interessante è il Neuromod, uno strumento dotato di aghi che Morgan andrà a inserire nel suo occhio per sbloccare i vari poteri. Nella prova possiamo sfruttare le abilità legate a Scienza, Ingegneria e Sicurezza, ognuna delle quali dà accesso a potenziamenti esclusivi. All’uscita del gioco, ne avremo una varietà ancora più ampia.

Nel corso del gioco, mentre esploriamo, avremo una costante sensazione di tensione, con il continuo sentore di avere qualcuno che ci segue e con la paura che spunti fuori da un momento all’altro qualche Typhon, complice anche la musica di sottofondo che scandisce un ritmo incalzante. Nell’esplorazione potremo decidere noi quale tipo di approccio adottare e quali strade seguire dandoci completa libertà, come abitudine di Arkane Studios.

Il comparto tecnico di Prey sembra davvero ottimo, sebbene non raggiunga la perfezione. I volti sono piuttosto curati come anche i modelli dei personaggi. I Typhon sono veramente stupendi e gli ambienti sono ben dettagliati. Infine il sonoro è davvero ottimo, con un doppiaggio pregevole e suono delle armi ben riprodotto.

Conclusioni

Per concludere vi diciamo di provare la demo se ancora non l’avete fatto. Il titolo per ora ci ha convinto e non vediamo l’ora di approfondire la trama e le sue meccaniche, sperando che i piccoli difetti riscontrati migliorino man mano. Vi diamo appuntamento quindi al 5 Maggio!

Altri articoli in Anteprime

Dauntless – Closed Beta, le prime impressioni

Federico Peres15 ottobre 2017

LEGO Ninjago Il Film: Videogame, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 ottobre 2017

Star Wars Battlefront 2: abbiamo provato in anteprima il titolo alla Milan Games Week

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Far Cry 5: la prova del nuovo e atteso capitolo della serie Ubisoft

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

South Park Scontri Di-Retti: la nostra prova alla MGW 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Detroit Become Human: provato il titolo di Quantic Dream alla MilanGamesWeek 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017