News
Matteo Pugliese

Non si tratta né di uno scherzo né di una stravagante campagna di marketing: le PlayStation 4 di molti utenti sono letteralmente invase dagli scarafaggi. A svelarlo è un riparatore di console di New York (XCubicle), che ha addirittura pubblicato un video su YouTube per confermare questa scoperta (che potete visionare in cima).

Gli scarafaggi adorano i luoghi caldi e bui, di conseguenza l’interno di una console è un buon posto per ripararsi. Tuttavia, sembra che la PlayStation 4 risulti particolarmente gradita agli insetti, probabilmente a causa del maggior calore sviluppato e delle prese d’aria, poste in luogo accessibile ed abbastanza ampie da permettere agli animali di entrare facilmente.

PS4 Scarafaggi

Il problema è che i guasti che derivano dall’infestazione non sono coperti ufficialmente da Sony, dunque devono essere riparati presso negozi indipendenti, come la fonte dell’articolo, che solitamente in questi casi effettua la sostituzione dell’alimentatore (dove si annidano le bestie) e poi procede con una sterilizzazione della console. I consigli per evitare questi spiacevoli ospiti sono di tenere la console in luoghi sopraelevati da terra, non farla riscaldare troppo e tenere la casa pulita, ovviamente.

Se avete il terrore che dentro la vostra console si nasconda qualche ospite sgradito, potete sempre cercare qualcuno che sia in grado di aprirla e verificarne il corretto funzionamento. Siete curiosi?

Fonte: Kotaku

Altri articoli in News

Xbox Game Pass: I nuovi giochi saranno disponibili da subito al lancio

Francesco Damiani23 gennaio 2018

God Of War arriverà il 20 Aprile con tre edizioni speciali

Francesco Damiani23 gennaio 2018

Metro: Exodus potrebbe essere molto più vasto di tutti gli altri capitoli della saga

Chiara Parisi22 gennaio 2018

Amy Henning: I giocatori chiedono i Single player ma non li comprano

Francesco Damiani22 gennaio 2018

Mario+Rabbids: Emergono nuove informazioni sul DLC di Aprile

Francesco Damiani22 gennaio 2018

Un Pokémon GO: Community Day di successo!

Marco Pasqualini22 gennaio 2018