Phil Spencer torna a esprimersi sul cross-play tra PS4 e Xbox One

News
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Il capo di Xbox torna a parlare ancora una volta del cross-play tra Xbox One e Playstation 4, ma Phil Spencer non è molto ottimista e la colpa è di Sony: sembra proprio che la compagnia non voglia assolutamente smuoversi dalla sua posizione.

In una recente intervista per Gamespot, Phil Spencer ha detto quanto segue:

Parliamo con Sony tutte le volte. Con Minecraft su console PlayStation, abbiamo uno dei nostri giochi più grandi sulle loro piattaforme in termini di vendite e gameplay. Lo stesso vale per Nintendo. I rapporti con questa azienda sul fronte del cross play sono sempre stati forti, sono stati dei grandi sostenitori e continueremo a collaborare con loro. Ma credo che la visione di Sony sia differente. E dovrebbero dire quale sia. Non penso che tutti si approccino allo stesso modo all’ecosistema. Quindi non dirò mai che si tratta di una causa persa, ma credo che alcune ragioni fondamentali e certi scenari, non cambieranno. Quindi non so cosa potrebbe fargli cambiare idea.”

La situazione quindi non sembra smuoversi sebbene pare di capire che Spencer abbia già parlato più volte con i vertici di Sony, ricevendo però sempre risposte negative anche se titoli come il già citato Minecraft, ARK Survival Evolved e Rocket League ne gioverebbero di questa feature.

Ricordiamo che il mese scorso Fortnite ha consentito il multiplayer cross-platform  per un breve periodo di tempo e poi Epic ha corretto precipitosamente l’errore.

Noi quindi ci chiediamo: arriverà il giorno in cui tutti i videogiocatori potranno giocare insieme, indipendentemente dalla piattaforma che utilizzano? Speriamo davvero di sì e siamo fiduciosi che Sony prima o poi riuscirà a capire che questo sarebbe un importante passo nel mondo del gaming.

 

 

 

Altri articoli in News

Hideo Kojima offre nuovi dettagli su Death Stranding, la lavorazione è quasi terminata

Matteo Ivaldi20 novembre 2017

Need for Speed Payback, anche Ghost Games decide di migliorare il sistema di progressione

Chiara Parisi18 novembre 2017

Endless Space 2 per il Weekend Gratis di Steam

Federico Peres18 novembre 2017

L’ottava edizione dei G2A Deal è Online con cinque titoli a prezzo stracciato

Chiara Parisi17 novembre 2017

Star Wars Battlefront II, Dice rimuove temporaneamente le microtransazioni

Chiara Parisi17 novembre 2017

Ubisoft aprirà un nuovo studio a Berlino che lavorerà a Far Cry

Federico Peres17 novembre 2017